Nardi, seconda presenza a M&O

Dopo l’esordio dello scorso anno, il marchio torna a Parigi presentando Frasca, una base per tavoli pensati per il mondo contract. Di questo, e di molto altro, ce ne parlano Anna Nardi, Responsabile Commerciale, e Floriana Nardi, Responsabile Marketing & Comunicazione

Floriana Nardi & Anna Nardi
Floriana Nardi & Anna Nardi

LO SCORSO ANNO DI QUESTI TEMPI NARDI DEBUTTAVA A MAISON&OBJET PRESENTANDO IL DIVANO MODULARE KOMODO. OGGI, TORNA A PARIGI E PONE I RIFLETTORI SU FRASCA, UNA BASE PER TAVOLI CONTRACT CON GAMBA CENTRALE A 4 PIEDI. ANNA NARDI, CEO DEL MARCHIO, E FLORIANA NARDI, RESPONSABILE MARKETING & COMUNICAZIONE, SPIEGANO A IFDM LE NOVITÀ 2020 E RIVELANO I PROGETTI PER IL FUTURO.

Floriana Nardi

CEO, Responsabile Marketing & Comunicazione

Quali sono le caratteristiche che contraddistinguono Nardi?
La nostra azienda, da 30 anni, è specializzata nella progettazione e realizzazione di arredi in resina per l’outdoor di qualità e di design sia per il settore residenziale che per l’hospitality. Ogni prodotto è studiato per il benessere e il relax delle persone, realizzato in una filiera produttiva totalmente Made in Italy e nel rispetto dell’ambiente. La nostra precisa expertise nell’arredo outdoor, la continua ricerca di performance funzionali ed estetiche, il percorso di design, l’amore per il territorio e il nostro impegno per l’ambiente sono gli elementi che più ci connotano.

Komodo by Nardi

Lo scorso anno nel corso della rassegna parigina è stato presentato il divano modulare Komodo, quali saranno le novità del 2020?
Prima di tutto portiamo un nuovo concept di stand, inaugurato già a IMM, concepito per produrre meno scarti possibili e nell’ottica del riciclo della maggior parte dei materiali impiegati. Gli ambienti, open space, sono disegnati da luce, erbe naturali e i nostri arredi outdoor. Lavorare al fine di rendere i processi aziendali più sostenibili è parte integrante della nostra filosofia e cerchiamo di applicarla gradualmente e laddove possibile in tutte le nostre azioni. Per quanto riguarda le novità di prodotto, a Parigi presenteremo Frasca, una base per tavoli contract, con gamba centrale a 4 piedi ispirata a un albero capovolto, insieme a  molti upgrade di prodotto in termini di colori, di cuscineria, varianti etc. Solo il sistema modulare Komodo, per esempio, fresco di German Design Award e Good Design Award, propone nuovi colori per la struttura in resina e nuovi colori e texture per i cuscini più un tavolino con piano in vetro. La collezione di sedute e sgabelli Trill introduce il Rosa Bouquet e il grigio…il tutto per assecondare i mood d’arredo contemporanei e per rispondere alle esigenze del mercato.

Rio & Trill by Nardi

Quali sono i più importanti progetti a cui state lavorando?
In termini generali, sicuramente il nostro progetto più importante è Regeneration, un programma industriale per la rigenerazione di arredi obsoleti in plastica ritirati dal mercato. Abbiamo già un prodotto a catalogo, il divisorio modulare Komodo EcoWall che, secondo i risultati delle analisi LCA (Life Cycle Assessment) ci  ha permesso di diminuire considerevolmente l’impatto ambientale rispetto allo stesso prodotto realizzato con resina vergine. E, in plastica rigenerata, sono già in cantiere altri nuovi prodotti.

Frasca by Nardi

Anna Nardi

CEO, Responsabile Commerciale

Komodo by Nardi

Che valore hanno Maison & Objet e il mercato francese per voi?
Abbiamo partecipato a M&O per la prima volta lo scorso gennaio. I risultati sono stati buoni, ma non siamo ancora in grado di fornire una valutazione precisa: come da nostra prassi tireremo le somme dopo il terzo anno di partecipazione. Per quanto riguarda invece il mercato francese, a oggi incide per circa il 10% sul nostro fatturato totale. Siamo in una fase di passaggio, in Francia stiamo riorganizzando la nostra rete vendita e contiamo su un aumento progressivo nei prossimi 5 anni.

Trill collection by Nardi

Sempre più aziende specializzate nell’interior realizzano collezioni outdoor. Come ci si distingue in un mercato così competitivo?
È in atto una grande contaminazione tra indoor e outdoor e viceversa, il vivere all’aria aperta è diventato più esigente non solo in termini di funzionalità ma anche di gusto. Il crescente bisogno di vivere all’esterno e a contatto con la natura da parte di tutti e l’entrata nella scena dell’outdoor dei grandi marchi dell’interior vanno senz’altro presi in grossa considerazione, ma riteniamo che questi nuovi player possano aumentare la qualità, lo stile e il livello generale del settore. Questa dinamica può spingere l’acceleratore su elementi molto importanti e positivi come innovazione, ampliamento del mercato e dinamiche di sostenibilità ambientale.

Frasca by Nardi

Quale sarà il futuro dell’azienda in termini di crescita e sviluppo? Su quali aree geografiche intendete puntare?
Nel nostro piano strategico a medio termine abbiamo molti progetti per i prossimi anni. Progetti di prodotto (che si sposteranno sempre di più sul concetto del “far star bene le persone”, includendo anche la parte di rispetto dell’ambiente), ma anche di processo. Pensiamo che il futuro della nostra azienda sia riassumibile con la parola Welfare, sia nei confronti dei nostri clienti, che vorranno sempre più vivere in ambienti naturali, rilassanti ed ecosostenibili, sia nei confronti dei nostri collaboratori. Per quanto riguarda i mercati, mai come oggi, in un‘era in cui gli eventi geopolitici mondiali sono imprevedibili ed inattesi, diventa difficile fare previsioni. Questa grande instabilità rende molto rischioso individuare delle aree su cui investire. Sicuramente continueremo la nostra strategia di penetrazione in Europa, mercato più stabile e più idoneo ad essere raggiunto anche grazie al fattore logistico e nel quale c’è ancora molto da lavorare. L’altro mercato su cui abbiamo grandi aspettative e sul quale stiamo lavorando in termini di organizzazione è quello Nord Americano (USA e Canada). Intravvediamo ottime prospettive anche in Asia.