Kartell scommette sul futuro

Parigi accoglie A.I., la prima sedia realizzata dal brand in materiale 100% riciclato e grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale. Senza dimenticare l’estro e la creatività di Philippe Starck

Sedia A.I. design by Philippe Starck, Kartell
Sedia A.I. design by Philippe Starck, Kartell

La presenza di Kartell a Maison&Objet non passa di certo inosservata. Il marchio di design presenta la prima sedia di design concepita dall’Intelligenza Artificiale che ha risposto agli input ricevuti dal designer Philippe Starck. Inoltre, rimanendo fedele al suo manifesto industriale Kartell loves the planet il materiale utilizzato per la seduta è 100% riciclato, derivante da materiale di accantonamento puro e non contaminato.

Kartell
Kartell

Il Presidente Claudio Luti parla così della nuova arrivata nata dalla collaborazione tra Kartell, Philippe Starck e Autodesk, azienda americana leader nella produzione di software 3d ingegneria e intrattenimento: “Volevamo essere i primi a sfruttare questa nuova tecnologia nel settore dell’arredamento che ci permette di combinare design generativo, tecnologia industriale e rispetto per l’ambiente, arrivando a realizzare prodotti di nuova generazione ed “eco friendly” senza dover rinunciare alla qualità estetica e alle prestazioni, riuscendo ad arrivare sul mercato con un considerevole risparmio di tempo”.

Kartell
Kartell

L’algoritmo che ha dato alla luce A.I. ha rispettato fedelmente le richieste originali del designer e dell’azienda ovvero essere una sedia confortevole che abbia i requisiti strutturali di resistenza e solidità richiesti, mantenendo anche uno dei valori principali di Kartell: essere un prodotto industriale stampato ad iniezione di grande qualità estetica.