Il richiamo della natura

Ai margini della famosa Laguna Blu in Islanda, il cinque stelle The Retreat si incastona tra le formazioni di lava per restituire un’esperienza unica in cui rilassarsi, esplorare e rigenerarsi

The Retreat, Blue Lagoon, Iceland
The Retreat, Blue Lagoon, Iceland
DATA SHEET

Owner: Blue Lagoon Iceland hf
Main Contractor: J·verk
Architecture: Basalt Architects
Experience design: Design Group Italia
Interior design: Basalt Architects and Design Group Italia
Furnishings: B&B Italia, Minotti
Lighting: Liska, Oluce, Vibia
Bathrooms: Axor
Engineering: EFLA
Photo credits: courtesy of Blue Lagoon Island

Paesaggi lunari, lava nera a perdita d’occhio, ghiacciai che si gettano in mare e pozze d’acqua calda da cui sbuffano vapori che diluiscono nella luce artica. L’Islanda è terra solitaria, isolata, meta di chi ama viaggiare per davvero. E inevitabile è la comunione con una natura primordiale che si manifesta in tutta la sua forza.

Tra i doni più belli del tormentato sottosuolo islandese una laguna geotermale dai riflessi caraibici dove chiudere gli occhi e dimenticarsi anche di sé. Situata nella penisola di Reykjanes, la Laguna Blu è un bacino di acqua turchese ricca di silice, alghe e minerali scavato in una distesa lavica creatasi a seguito dell’eruzione di un vulcano oltre 800 anni fa. Luogo gettonatissimo per gli incredibili effetti rivitalizzanti e curativi che da quest’anno riserva a un pubblico esclusivo un lussuoso rifugio di 62 suite con una spa sotterranea, l’accesso diretto alla laguna lontano dalla folla, il ristorante islandese Moss, una biblioteca e una stanza per praticare lo yoga.

The Retreat è un luogo in cui gli ospiti possono lasciarsi il mondo alle spalle per entrare in un regno senza tempo fatto di relax, rigenerazione ed esplorazione.

La sua architettura minimalista e l’experience design sono stati rispettivamente progettati da Basalt Architects e da Design Group Italia per armonizzarsi con i crepacci e il muschio che macchia la lava di verde bruno. Il cemento esterno è stato trattato per ricreare trame e toni differenti che evocano il colore della silice bianca e il grigio della lava solidificata, mentre la facciata e le vetrate delle stanze che guardano la zona spa sono in toni di grigio scuro e mostrano delle perforazioni che richiamano le superfici delle rocce ignee. Anche gli interni traggono ispirazione dalle forme, dai colori e dai motivi del paesaggio con superfici di cemento, roccia e lava accostate ai caldi legni in noce, e presentano elementi che ravvivano gli spazi stabilendo un collegamento con i movimenti contemporanei. Lo stile che ne risulta è intramontabile e sofisticato, ma anche novità assoluta nel settore del lusso islandese.

B&B Italia ha realizzato e fornito tutti i millwork e gli arredi per diverse aree dell’albergo, come pure l’illuminazione decorativa dell’hotel, del ristorante, della biblioteca e del centro benessere. Gli elementi di arredo includono prodotti delle collezioni B&B Italia e Maxalto, tra cui le poltrone Mart, il sistema di sedute Michel Club e le poltrone Febo di Maxalto.
Minotti contribuisce ad arricchire la scena con il comfort delle poltrone Leslie corredate dalla panca Andersen, tutte a firma Rodolfo Dordoni. 

Inoltre, numerosi pouf, accessori e tavolini, sempre di B&B Italia, arricchiscono gli ambienti, grazie anche a una serie di arredi custom-made realizzati su disegno di Design Group Italia in esclusiva per The Retreat. Ne sono un esempio i banconi della reception in pietra lavica, legno laccato nero e pelle color cognac creati in collaborazione con aziende islandesi specializzate nella lavorazione della roccia vulcanica, o l’ampia credenza in legno posizionata all’ingresso, longitudinalmente rispetto alla lobby, che diventa una sorta di cornice per la laguna.

Nel ristorante Moss la Divisione Contract di B&B Italia si è occupata della produzione dei tavoli in noce Canaletto e rovere nero, disegnati sempre da Design Group Italia, e del tavolo dello chef con forma a C situato al centro della stanza. Mentre all’artista islandese Ragna Róbertsdóttir è stata affidata l’installazione a muro dove, riuniti in un’estetica minimal, ricompaiono i frammenti lavici.

Nelle suites finestre a tutta parete annullano i confini visivi e le nuance degli arredi si abbinano perfettamente alla natura circostante riflettendone i colori: ombreggiature verdi richiamano il muschio nelle camere al piano superiore, i blu al piano inferiore citano invece la Laguna.

Il centro benessere di The Retreat è stato creato direttamente all’interno del flusso di lava centenaria e si completa con elementi in legno e un’illuminazione capace di esaltare le differenti texture dei materiali impiegati e l’effetto scultoreo delle pareti ricavate dalla roccia stessa.