Miami Design Experience

Tra contaminazioni artistiche e una nuova visione della progettualità si è conclusa Design Miami, la kermesse più acclamata negli States

Stand Fendi a Design Miami 2019
Stand Fendi a Design Miami 2019

Tra i new opening di Molteni e Rimadesio, le celebrazioni del 50mo anniversario di Living Divani, l’opulenza di Versace, la raffinatezza firmata Visionnaire e le visioni poliedriche di Virgil Abloh, Miami ha svelato il suo volto creativo. Scandito da installazioni straordinarie, tematiche sostenibili e un ritorno all’artigianalità.

Immersi in una luce cangiante, nel cielo blu intenso e nell’infinito dell’Oceano, l’incanto che si respira a Miami durante la settimana della creatività (dal 3 all’8 dicembre 2019) è un’autentica emozione. La delicatezza Art Déco di South Beach, l’eccellenza del Design District tra installazioni metaforiche e opening esclusivi, la street art di Wynwood dove Diesel ha scelto di creare la sua prima destinazione residenziale sono unite da un sottile fil rouge: l’arte e il design. 

Stand Versace Design Miami ©BFA
Stand Versace Design Miami ©BFA

In Biscayne Boulevard, Visionnaire nel suo raffinato flagship ha presentato una new collection di sedute ispirata al Pavone. The Garden of Beauty esprime la magnificenza stilistica del brand interpretata da Marc Ange, avvolta da vibranti cromie verdi e blu, nel fascino di un magic garden. Tra amache rosa appese alle palme, l’opera site-specific Pink Beasts di Fernando Laposse trasforma il Design District in una vivace oasi onirica. “South Beach Stories”, l’evento di Versace X Sasha Bikoff, è un omaggio al patrimonio del fashion brand in cui una capsule di arredi cromatici si ispira agli abiti opulenti dello stilista.

Virgil Abloh ©Julien Cedolin
Virgil Abloh ©Julien Cedolin

Ed è l’acclamato Virgil Ablohfondatore del brand Off-White™ e Direttore Artistico Menswear di Louis Vuitton – che nel progetto Bench 2 per Galerie Kreo rievoca le rampe da skate, trasferendo un elemento urbano in una panca lunga quasi tre metri. Molteplici le collaborazioni del designer in questa edizione: da Baccarat a Carpenters Gallery, da Evian all’installazione “Dollar Gallon” in Paseo Ponti, cuore pulsante del Design District.
Nella cittadella del lusso il Gruppo Molteni ha inaugurato il suo flagship progettato da Vincent Van Duysen e concepito come una dimora privata nel fascino dell’Italian culture. Pensato su due livelli, l’universo Molteni & C | Dada – dalle cucine alla sala da pranzo, dalla living room alle camere da letto – è narrato attraverso i prodotti disegnati da Rodolfo Dordoni, Ron Gilad, Vincent Van Duysen, Patricia Urquiola. Immerso in un’allure sofisticata e aperto nella vecchia sede di una gioielleria, il nuovo showroom di Rimadesio appare come uno scrigno raffinato in cui le collezioni si svelano in un’eleganza unica.

The Uncollected Collection, Living Divani
The Uncollected Collection, Living Divani

Nello spazio di Luminaire che Living Divani ha celebrato il suo 50mo Anniversario e i 30 anni di art direction dell’architetto Piero Lissoni. In scena le sue nuove creazioni limited edition The Uncollected Collection caratterizzate da un’essenzialità sublime. Una linea che racchiude nelle delicate geometrie la costante ricerca di Living Divani per tracciare una nuova idea dell’abitare. Nell’Art Déco District in South Beach, l’edizione di Design Miami/ accoglie gli ospiti con “piccoli salotti” outdoor prodotti dal marchio Hay e firmati dai fratelli Bouroullec.

Swarovski presenta Water ©James Harris
Swarovski presenta Water ©James Harris

Tra workshop, conferenze, collectible lounge firmata Cosentino ed eventi dedicati ai collezionisti, le Gallerie hanno presentato le loro limited edition: Carpenters Gallery, con opere di Nacho Carbonell e Virgil Abloh; Friedman Benda con un’installazione immersiva di Daniel Arsham; Swarovski con i nuovi cristalli illuminanti firmati Tord Boontje e le wallpaper by Calico. Rievocazione del suo headquarter romano – il Palazzo della Civiltà Italiana – Fendi ha invitato gli artisti Louis Caputo e Sarah Kueng in una speciale collaborazione da cui è nata la serie Roman Molds: manufatti ispirati all’heritage del marchio e un’eclettica vision dell’iconica Peekaboo bag.
Louis Vuitton ha presentato il suo nuovo capitolo della leggendaria collezione da viaggio Objets Nomades: Swell Have shelf by Andrew Kudless, un arredo fluttuante composto da mensole dalle forme irregolari unite da cinghie in pelle blu o rossa. Rievoca le cantine dello champagne Perrier-Jouët l’allestimento immersivo ideato da Andrea Mancuso di Analogia Project. Elementi ceramici riproducono i fondi delle bottiglie creando suggestive nicchie in cui è esposta Metamorphosis: sei calici plasmati a Murano dalla Fondazione Berengo dalle forme ispirate alla natura. E alle sue incantevoli trasformazioni.

Stand Louis Vuitton a Design Miami, Courtesy of James Harris
Stand Louis Vuitton a Design Miami, ©James Harris