HostMilano, oltre 200mila visitatori

La manifestazione ha registrato numeri in crescita rispetto al 2017. Abbiamo intervistato Simona Greco, Group Exhibition Director Fiera Milano, che ci ha parlato del settore Ho.Re.Ca, fornito interessanti dati di mercato e svelato gli obiettivi della prossima edizione

Simona Greco, Group Exhibition Director Fiera Milano
Simona Greco, Group Exhibition Director Fiera Milano

Si è da poco conclusa la 41esima edizione di HostMilano, biennale dedicata all’Ho.Re.Ca organizzata da Fiera Milano, in calendario dal 18 al 22 ottobre. La manifestazione ha registrato numeri in crescita rispetto il 2017, superando l’imponente tetto dei 200mila visitatori. I partecipanti hanno potuto conoscere e scoprire le novità proposte dai 2249 espositori, di cui 889 provenienti dall’estero in rappresentanza di 55 Paesi (Albania, Argentina, Colombia, Lettonia e Libano nel ruolo di new entry).

HostMilano 2019 è stata suddivisa in diversi settori, quali Ristorazione Professionale, Bakery-Pizza-Pasta, Gelato/Pastry, Caffè/Tea, Bar/Macchine Caffè/Vending, Arredo, Tavola, Tecnologia.
IFDM ha intervistato Simona Greco, Group Exhibition Director Fiera Milano, che ha affrontato vari temi legati alla kermesse: di seguito le sue parole.

HostMilano 2019
HostMilano 2019, Rho Fiera Milano

Quali sono le novità di quest’anno e come sono state recepite dai visitatori?
La crescita nel numero dei visitatori oltre la soglia anche psicologica delle 200mila presenze, dimostra la costante evoluzione di HostMilano, che a ogni edizione aggiunge nuovi tasselli a una formula consolidata ma flessibile basata sulle macro-aree, che fa parlare tra loro le filiere dell’ospitalità. Molto apprezzati i nuovi eventi e la macro-area Arredo-Tavola è stata una delle star della manifestazione, quest’anno ancora più attenta al design e alle tendenze.

Come si inseriscono tecnologia e sostenibilità, temi principali di questa edizione, nell’universo Ho.re.ca?
L’ospitalità da già molti anni è attenta al risparmio energetico e, in seguito, si sono aggiunti nuovi ambiti. A Host 2019 abbiamo visto macchine per caffè con soluzioni innovative per limitare la dispersione di calore o con funzioni standby che cambiano secondo gli orari e nuovi packaging compostabili. Nei layout, materiali riciclabili, vernici naturali e strutture disassemblabili per essere riutilizzate o smaltite più facilmente a fine vita.

Nuovi format ospitalità, Costagroup
Nuovi format ospitalità, Costagroup

Com’è cambiato negli anni il modo di interfacciarsi delle aziende italiane con il mercato globale legato all’ospitalità?
A partire dal 2008, le aziende italiane hanno fortemente riequilibrato il mix di fatturato verso l’export e oggi vi sono settori, come le macchine e impianti per il settore dolciario, dove incide per oltre il 90%. Per ottenere questo risultato le aziende si sono dovute ristrutturare modificando i processi, focalizzandosi sull’innovazione e implementando nuove strategie di marketing per rispondere in maniera efficace ai bisogni di mercati molto diversi.

SMART Label Host Innovation award, concorso organizzato in collaborazione con POLI.Design, suscita sempre molto interesse: quale ruolo e quanta importanza ha il design nel mondo dell’ospitalità?
Il design ha un ruolo importantissimo che riguarda non solo l’arredo e i complementi, ma sempre più anche le macchine e i packaging. È in particolare un tratto distintivo del Made in Italy e una delle ragioni del suo successo. L’award ha mostrato come l’innovazione tecnologica si coniughi con sostenibilità, ergonomia e design, assegnando 47 SMART Label, 6 Innovation SMART Label, 3 Green SMART Label e 5 Special Mention By Iginio Massari.

Kartell a HostMilano 2019
Kartell a HostMilano 2019

Aziende Made in Italy, ma anche una presenza sempre più internazionale. Quali sono i paesi emergenti in questa nuova edizione?
Gli espositori sono cresciuti del 3,8% rispetto al 2017 a quota 2.249, di cui 889 esteri da 55 Paesi. Tra questi, l’altro grande esportatore europeo del settore con l’Italia, la Germania, ha incrementato del 7%; sono cresciuti a doppia cifra Paesi come USA (+20%), Belgio (+20%), Grecia (+23%) o UK (+12%). I primi 5 Paesi presenti sono stati Germania, Spagna, Francia, USA, Turchia. Tra le new entry invece Albania, Argentina, Colombia, Lettonia e Libano.

HostMilano 2019
HostMilano 2019

L’edizione 2019 ha registrato numeri in crescita rispetto il 2017, quali sono gli obiettivi per 42esima edizione?
La 41a edizione si è chiusa con numeri in forte crescita: le presenze sono state oltre 200.000, +8% rispetto al 2017, il 40% internazionali da 171 Paesi e in particolare da Europa, USA, Cina, Medio ed Estremo Oriente. Tra i buyer i primi mercati d’origine per numerosità sono stati USA, Russia, Canada ed Emirati Arabi Uniti. Gli incontri di business organizzati sono stati 12.956. Per la prossima edizione puntiamo a consolidare ulteriormente questi numeri.