Mind the gap

La settima edizione del Milano Design Film Festival si svolge dal 24 al 27 ottobre. In programma quasi cento pellicole, tra cui dieci selezionate dalla Guest Curator Alice Rawsthorn

Anteo Palazzo del Cinema @Giulia Virgara
Anteo Palazzo del Cinema @Giulia Virgara

Su il sipario sulla Milano Design Film Festival. Mancano davvero poche ore alla settima edizione dell’iniziativa che vuole porsi come luogo d’incontro tra design e cinema, animando le sale cinematografiche più affascinanti di Milano, come il cinema Anteo. Il palinsesto prevede la proiezione di quasi cento film, dal 24 al 27 ottobre: The Human Shelter di Boris Benjamin Bertram darà il via alla kermesse.

The Human Shelter di Boris Benjamin Bertram
The Human Shelter di Boris Benjamin Bertram

La guest curator dell’edizione 2019 è Alice Rawsthorn, incaricata di selezionare una raccolta di dieci pellicole che rispondono alla domanda ‘Cosa rende un film un design film?’.
Una quattro giorni che ruoterà attorno al tema di quest’anno, Mind the gap, scelto dalle fondatrici e curatrici Antonella Dedini e Silvia Robertazzi per raccontare un momento storico di convivenza di generazioni diverse, di paure ed entusiasmi intorno al cambiamento e di riflessione sulle differenze.

Alice Rawsthorn, guest curator MDFF @Michael Leckie
Alice Rawsthorn, guest curator MDFF @Michael Leckie

Non è il solo focus dell’evento, i riflettori saranno puntati su temi d’attualità, in modo tale da facilitare la comprensione anche ai non esperti del settore. In questo contesto si inserisce Bloom, la nuova sezione curata da Antonio Perazzi, dedicata al rapporto tra l’uomo e la natura. Sarà rivolto uno sguarda al futuro con la sezione Intelligenza Artificiale, una serie di titoli che indaga su un mondo tessuto da macchine con trame di algoritmi. Art of Thinking raccoglie pellicole sperimentali dal punto di vista cinematografico.

Fondatrici e curatrici MDFF Antonella Dedini e Silvia Robertazzi @Tony Meneguzzo
Fondatrici e curatrici MDFF Antonella Dedini e Silvia Robertazzi @Tony Meneguzzo

Tra le novità del 2019 spicca Architecture Film Award, il nuovo appuntamento con cadenza biennale che vuole incentivare la produzione di opere cinematografiche dedicate al progetto, anche come strumento di comunicazione.