Poltrona Frau a Londra, tra savoir-fair ed emozione

Il brand presenta nello showroom di Chelsea la nuova collezione Connecting Experiences, un concept che sottolinea l'importanza dell'esperienza legata ai prodotti

Libreria free-standing girevole Turner, progettata da Gianfranco Frattini
Libreria free-standing girevole Turner, progettata da Gianfranco Frattini

Un mobile non è solo un prodotto, ma è l’esperienza che ti fa vivere, la storia che ti racconta, l’emozione che ti trasmette nel tempo. In un periodo storico veloce, dove si consumano momenti fugaci sui social, l’azienda sinonimo di cultura della pelle presenta a Londra, in occasione della London design week, Connecting Experiences, il nuovo concept della collezione 2019, un’idea progettuale che riporta l’attenzione al rapporto tra i prodotti e le persone.

2019, Roberto Lazzeroni
2019 di Roberto Lazzeroni

Prodotti duraturi, da tramandare di generazione in generazione, dove la pelle fa da protagonista, elegante, preziosa, naturale, un materiale vivo che cambia nel tempo e che parla di noi. Tra le novità, le riedizioni delle icone come la poltrona 1919, un simbolo di Poltrona Frau, con le sue forme classiche e la preziosa lavorazione capitonné: in occasione del centenario Roberto Lazzeroni, insieme al Poltrona Frau Style & Design Centre, ne rivede le proporzioni, adesso in una versione più grande, e la completa con il poggiapiedi-panchetta Glenn.

Get Back di Ludovica e Roberto Palomba
Get Back di Ludovica e Roberto Palomba

Un’altra riedizione, è la libreria free-standing girevole Turner, progettata da Gianfranco Frattini nel 1963, un pezzo che ancora oggi spicca per l’originalità e l’innovazione. E ancora, i tappeti realizzati a partire da due disegni inediti del grafico-artista svizzero Max Huber, con pattern e motivi tra rigore Bauhaus e ritmo jazz. Accanto al passato, nello showroom di Fulham Road a Londra, tanti nuovi progetti: il sistema di sedute Get Back di Ludovica e Roberto Palomba, dove poter sprofondare e abbandonarsi nel relax a fine giornata; la poltrona Martha di Roberto Lazzeroni, dalle linee aperte e sinuose; il vaso-scultura Rips di Carina Seth Andersson, in vetro soffiato dai maestri veneziani.

Archibald Dining Chair by Jean-Marie Massaud

E Coupé di GamFratesi, un letto che già dal nome e dalle linee aerodinamiche è un omaggio all’eleganza classica e ovattata delle grandi auto sportive. Infine il sistema di pouf Grant, disegnato dal francese Tristan Auer, un sistema di sedute componibile e versatile, da combinare come un tangram, un puzzle cinese.

Poltrona Frau
147, 153C Fulham Rd, Chelsea
London SW3 6SN