La regina è la ceramica

Cersaie è alle porte. Tra conferme e novità, l’edizione 2019 è incentrata su ceramiche, arredobagno e rivestimenti, all’insegna di stile e rispetto dell’ambiente

Scavolini Bagno, collezione Tratto

Dal 23 al 27 settembre gli esperti del settore, la stampa e i visitatori potranno scoprire le nuove tendenze legate a ceramiche, arredobagno e rivestimenti. Cersaie, divenuto quest’anno Open, presenta molte novità, come la mostra Famous Bathrooms o l’area tematica Archincont(r)act, ma i protagonisti principali rimangono i prodotti: dalle ceramiche ai rivestimenti, passando per l’arredobagno.

Gli organizzatori del Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno hanno voluto incentrare l’edizione sulla sostenibilità e rispetto per l’ambiente. Alle aziende il compito di donare stile e funzionalità al prodotto.

La ceramica può assumere diverse anime. Quella di Ceramica Globo e della serie T-Edge può essere sia sospesa che d’appoggio. Il lavabo possiede un’ampia vasca e bordi sottili di soli 6mm, ottenuti grazie al nuovo impasto ceramico brevettato Globothin®. Flaminia, brand con un know how di oltre 60 anni nella produzione di sanitari in ceramica, presenta Flag, la collezione di lavandini, vasi e bidet disegnata da Alessio Pinto e caratterizzata da tratti sottili e volumi leggeri.
Il sodalizio tra Paolo Ulian e Antoniolupi continua con Plissè, che nasce in marmo di Carrara e viene poi sviluppato in Flumood. Il lavabo freestanding si distingue per la sua solidità addolcita dai segni paralleli che si rincorrono longitudinalmente sulla superficie.

Non da meno, le novità nel comparto arredobagno e rubinetteria parlano un linguaggio votato alla leggerezza estetica, in un esercizio stilistico che esplora tutti i confini delle geometrie formali.
Ardeco presenta a Cersaie Industrial Evolution (design Enrico Cesana), disponibile anche nella finitura mattone che esprime una forte personalità.
A raccontare Seven, disegnato dallo studio Meneghello Paolelli per Nobili Rubinetterie, ci pensa l’AD Alberto Nobili: “Si tratta di un miscelatore realizzato da stampo che rimanda all’estetica dei prodotti realizzati da barra, in genere molto pesanti e con geometrie marcate”.
Innovazione e personalizzazione definiscono il miscelatore termostatico da incasso Thermo Up di Cristina rubinetterie disponibile in diverse versione, tra cui cromo, nero, bianco opaco, e rosa spazzolato. Progettato in collaborazione con lo studio Makio Hasuike & Co, Thermo Up garantisce la gestione dei diversi getti d’acqua in modo facile e immediato, e il risparmio energetico e idrico attraverso l’uso dei comandi posizionati sulla piastra in metallo.
Porcelanosa si affida alla nuova rubinetteria da bagno OXO, pensata per promuovere la coscienza ambientale sia attraverso la scelta dei materiali che la tecnologia con l’applicazione di limitatori di flusso e lo sviluppo di cartucce eco che permettono di ridurre il consumo di acqua nel bagno fino a un 50%.
Tratto è la nuova collezione bagno disegnata da Vuesse per Scavolini: mantiene una coerenza stilistica raffinata ed elegante coniugando diversi materiali. Cifra stilistica è l’anta con il profilo incassato che permette una presa all’insegna del massimo comfort

Cersaie è teatro anche delle più innovative proposte in termini rivestimenti. Molte le aziende che partecipano alla fiera. In evidenza un’importante collaborazione, quella tra Florim e Rubelli. Dall’incontro fra superficie ceramica e tessuti preziosi nascono originali intrecci creativi che rievocano la nobile eredità veneziana della tessitura: questa l’essenza de I filati di rex.
Marazzi invece pone l’attenzione sull’effetto pietra. La collezione Blend si ispira alle materie utilizzate per le costruzioni di antiche strutture in cemento.
Refin punta sulla collezione Fornace rivisitando il cotto in chiave contemporanea e proponendolo in grande formato.
Infine, Wall&Decò esplora inedite tonalità attraverso la serie Wet System, caratterizzato da uno speciale rivestimento tecnico brevettato che impermeabilizza e decora in unico sistema le pareti docce e ambienti umidi.