Cersaie cambia volto

La fiera di Bologna diventa Open Cersaie: da luogo di ‘esposizione’ si trasforma in ‘esposizione relazionale’ attraverso iniziative, rinnovamento della comunicazione e del logo

Cersaie 2017
Cersaie 2017

Cersaie si ispira a Bologna. Il Salone della ceramica, delle superfici e dell’arredobagno prende spunto dalla città che la ospita e diventa informale, amichevole, inclusiva e aperta. Diversi i cambiamenti nell’organizzazione e nella comunicazione che la evolvono da luogo di sola ‘esposizione’ a ‘esposizione relazionale’.
La 37esima edizione di Cersaie è in programma dal 23 al 27 settembre.

Cersaie 2017
Cersaie 2017

Cambiamenti che seguono e inseguono quelli in atto nel mondo del design, attraverso un’importanza maggiore della realtà online rinnovando il sito, il logo e ampliando l’utilizzo dei social network.
L’obiettivo è quello di mettere in relazione architetti, progettisti, contractors, rivenditori, privati, espositori italiani ed internazionali in modo ancora più semplice e diretto.

L’edizione 2019 è incentrata su uno dei materiali più versatili e ricercati, la ceramica. Il prodotto ceracamico, unito alla crescente importanza dell’edilizia non residenziale, ha spinto gli organizzatori a creare una nuova area tematica: Archincont(r)act. L’allestimento si trova al padiglione 29 e si estende su una superficie di 700 mq.

Davide Vercelli, curatore Famous Bathrooms
Davide Vercelli, curatore Famous Bathrooms

Da non perdere Famous Bathrooms, la mostra tematica all’interno del padiglione 30 curata da Angelo Dall’Aglio e Davide Vercelli. L’idea è quella di concedere libera interpretazione di ambienti bagno ispirati da personaggi che hanno fatto la storia: dai Beatles Sigmund Freud, da Coco Chanel a Piet Mondrian, da Le Corbusier a Maria Callas.

Bagno Beatles, mostra Famous Bathrooms
Bagno Beatles, mostra Famous Bathrooms

Senza dimenticare l’ottava edizione della Città della Posa, in scena nel padiglione 31a, dove maestri piastrellisti terranno dimostrazioni ed esercitazioni pratiche di posa di grandi lastri.
Tra i vari appuntamenti spicca la sesta edizione del premio ADI Ceramics & Bathroom Design Award, pensato per valorizzare i prodotti italiani più innovativi dei comparti della ceramica e dell’arredobagno, nato in collaborazione con ADI – Associazione per il Disegno Industriale.

Regista Francesca Molteni
Regista Francesca Molteni

Dopo una lunga serie di designer e artisti come Enzo Mari, Elio Caccavale, Alessandro Mendini, Riccardo Dalisi, Riccardo Blumer, Massimo Giacon, Ugo La Pietra, Fabio Novembre e Silvia Camporesi, la Lezione alla rovescia 2019 sarà tenuta da tenuta da Francesca Molteni. Il 27 settembre alle ore 10 la regista parlerà della relazione fra cinema e design. Una classe di studenti prenderà parte alla discussione sul palco del Palazzo dei Congressi.