Florim, investimenti da 300 milioni

Il Gruppo pubblica l’undicesima edizione del Bilancio di Sostenibilità: nell’ultimo biennio sono stati investiti circa 180 milioni. Completate due fabbriche, a Mordano (Bo) e Fiorano Modenese (MO)

Fabbrica Fiorano Modenese
Fabbrica Florim

Momento di bilanci in casa Florim. Il brand specializzato nella realizzazione di prodotti in gres porcellanato rende nota l’undicesima edizione del Bilancio di Sostenibilità: il rendiconto annuale che documenta i risultati ottenuti dall’azienda sul piano economico, sociale e ambientale, annunciando gli obiettivi in programma per il prossimo futuro.

Il documento chiaramente fa riferimento allo scorso anno, quando Florim ha optato per una strategia aziendale mirata sugli investimenti: circa 300 milioni negli ultimi cinque anni, di cui 180 nell’ultimo biennio.

A commentare i dati ci pensa il Presidente Claudio Lucchese nella lettera di introduzione al Bilancio: “Il 2018 è stato un anno impegnativo per l’andamento incostante del mercato americano e per le molteplici difficoltà che in generale hanno interessato il nostro settore ed il Paese in cui principalmente operiamo. Il Gruppo Florim ha comunque affrontato la sfida con la consueta serenità e chiarezza di obiettivi; tra questi spiccano la volontà di produrre materiali sempre all’avanguardia estetica e tecnologica, creare una ricaduta positiva sul territorio, salvaguardare l’ambiente, dare sostegno alla comunità locale e promuovere la propria immagine oltre i confini nazionali”.

Fabbrica Florim. Fiorano Modenese
Fabbrica Florim, Fiorano Modenese

Tra gli investimenti, da sottolineare il completamento delle due fabbriche, quella di Mordano (Bo) entrata in funzione nel 2017 e dedicata alla produzione delle grandi lastre; e quella di Fiorano Modenese (MO) dove si svolgono le lavorazioni successive alla cottura e le operazioni di logistica.
“Merita segnalare che la parte significativa degli investimenti tecnici è stata dedicata al completamento delle due fabbriche per la produzione e la trasformazione delle grandi lastre, che rappresentano oggi due esempi di altissima tecnologia 4.0 e motivo di orgoglio per me e tutti i collaboratori”, chiosa Claudio Lucchese.

Entrambe, molto simili esteticamente, sono pensate per soddisfare le esigenze del lavoratore.
Mosse strategiche future? Florim continuerà a investire, in particolare sui due nuovi Flagship Store monomarca a Singapore e Francoforte.