Raccontare l’architettura in modo non convenzionale

Bologna e Milano sono le tappe di giugno sulla mappa disegnata per il 2019 da Towant con Archibike, gli Architects Party e gli ArchitectsParty SMALL TALKS! In attesa di spostarsi a Roma e Londra

Come in un puzzle dot-to-dot sei studi di architettura per sei luoghi bolognesi sono i ‘puntini’ da unire per ottenere un disegno-percorso sulla mappa di Bologna, dove il 13 giugno Towant propone un’altra tappa italiana, la prima del 2019, del tour Archibike, dopo Bolzano, Milano, Torino e la Versilia.

Per mostrare la città attraverso le scelte e i racconti degli architetti contemporanei, il giro in bicicletta si snoda fra XM24, spazio urbano autogestito che ancora (r)esiste nella nuova area degli uffici Comunali di via Fioravanti scelto da Rizoma Architetture, la Bottega Portici sotto le Due Torri, luogo dedicato alla tradizione gastronomica della città aperto due anni fa proprio nel discusso edificio moderno progettato nel 1954 da Merchiorre Bega, proposto da Miro Architetti, il Collegio Artistico Venturoli nel settecentesco palazzo di via Centotrecento, Fondazione che ospita e sostiene il lavoro di giovani artisti bolognesi, suggerito dal duo di architetti Negrini Lindvall, le Serre dei Giardini Margherita, luogo pubblico abbandonato e rigenerato all’interno del grande parco urbano che ospita spazi per formazione ed eventi, co-working, ristorante, orto, incluso nel tour dall’architetto Luigi Greco.

©Pinco

Lo studio Open Project poi riporta la comitiva in centro, nella zona universitaria, per una visita al Giardino del Guasto, nato da un progetto di risanamento dell’area realizzato dall’architetto Rino Filippini alla fine degli anni Sessanta, mentre il distretto culturale della Manifattura delle Arti, riqualificato dal 1996 al 2003 dal Comune e dall’Ateneo di Bologna su progetto dell’architetto Aldo Rossi, conclude il tour secondo la proposta di Tipi Studio.
Sei anche le aziende del settore che sostengono l’evento, Dornbracht, Élitis, Kaldewei, Mafi, Moroso, Panzeri.

Dopo Archibike a Bologna, Towant invita gli appassionati di architettura anche a Milano, dal 18 al 20 giugno per gli Architects Party 2019. Undici studi di architettura, AMA – ALBERA MONTI & ASSOCIATI, ATIproject, DC10 Architects, Design International, FORO Studio, Giuseppe Tortato Architetti, PR5 studio, PRP architettura, SBGA | Blengini Ghirardelli, Studio di Architettura Scacchetti Associati, STUDIO02MILANO, si aprono al pubblico con feste e aperitivi per raccontare il proprio lavoro in modo non convenzionale.

©Pinco

La novità di quest’anno sono gli ArchitectsParty SMALL TALKS! in cui gli architetti raccontano i loro progetti e il loro modo di fare architettura nelle librerie. La prima sarà la Feltrinelli Red in Corso Garibaldi, il 17 giugno alle 18.30.
I design partner di questo secondo appuntamento saranno Carimati, Ceramica Sant’Agostino, Dornbracht, Flos, HAY, K-array, Kaldewei, KitchenAid, Reynaers Aluminium, Serge Ferrari, Silent Gliss. Food & Drink partner Lorenz By Loacker e Camparisoda, quest’ultimo “new entry” per il 2019.