La materia diventa poesia

Il 2019 non ha visto protagonista EuroCucina al Salone del Mobile. Le aziende però si sono ritagliate un ruolo in primo piano al FuoriSalone presentando prodotti eterogenei caratterizzati da finiture e materiali preziosi

Omar Poliform
Omar, Poliform

È sempre un momento denso di presentazioni e appuntamenti in location e showroom il FuoriSalone della design week milanese, evento diffuso in tutta la Città a cui, quest’anno più che mai, hanno partecipato anche i più importanti brand di cucine.

Pur non essendo presenti in fiera, le cucine non hanno fatto di certo sentire la propria mancanza; i numerosi flagship store dislocati nei vari i distretti della metropoli – da Brera a San Babila fino a zona Tortona – hanno infatti aperto le porte al pubblico offrendo ricca gamma di proposte tra soluzioni inedite e progetti di restyling. Spesso accompagnate da showcooking o serate a tema, le presentazioni delle novità del settore cucina hanno sorpreso per l’alta qualità delle soluzioni definite da finiture e materiali preziosi, come l’ottone, il bronzo, l’alluminio verniciato, i laccati metallizzati; “esotici”, come il legno di palma adottato da Dada, il legno di euclipto affumicato di Key Cucine o il legno giapponese Nora utilizzato da Sanwa Company; “primitivi” ed esclusivi, come il Calacatta Oro, impiegato da Ernestomeda, e altri marmi naturali di provenienza nazionale come il Carrara, scelto da Arclinea.
Ed ancora, legni chiari e termotrattati e addirittura il tessuto di seta naturale racchiuso tra due lastre di vetro dell’ultimo prezioso modello di Minotticucine.

Qui una panoramica delle principali novità del settore.