Una traccia sinuosa sulla High Line

Svetta a West Chelsea 520 West 28th, il primo progetto residenziale di Zaha Hadid Architects a New York. Dall’architettura esterna al design d’interior, è una traccia indelebile e assolutamente evocativa della visione ‘fluida’ di Zaha Hadid

Exterior 520 West 28th
Exterior 520 West 28th

Sembra sorgere direttamente dalla suggestiva High Line, il complesso 520 West 28th, il primo progetto a New York City firmato dallo studio Zaha Hadid Architects, commissionato da Related Companies.

Percorrendo il parco che si dipana per 2,3 chilometri lungo West Chelsea – sublime progetto di riqualificazione urbana della West Side Line, una linea ferroviaria sopraelevata costruita negli anni ‘30 – il building residenziale si staglia nel panorama visivo con un’inaspettata leggerezza architetturale, fatta di contorni curvilinei e profili avvolgenti, di ampie vetrate che ne seguono fedelmente le sinuosità. Quasi un veloce segno grafico – grazie alla peculiare forma a L – tracciato nella scacchiera di grattacieli che lo attorniano.

L’apparenza futuristica della struttura esterna – simbiosi materica di vetro e acciaio a fare eco al passato industriale del quartiere – è data da un gioco di modanature che compongono gli undici livelli dell’edificio: si intrecciano nelle facciate principali, delineano le finestre a tutt’altezza, sporgono dalla struttura per creare i terrazzi e sorreggere le balaustre in vetro.

Cinema Imax 520 West 28th
Cinema Imax 520 West 28th
Pool 520 West 28th
Pool 520 West 28th

Dall’esterno, questo senso fluido del movimento pervade l’interno, dagli amenity spaces attraverso le 39 residenze. Spazi comuni che comprendono una sala cinema privata IMAX, una piscina olimpionica al piano wellness (comprensivo di una palestra completa, un 24-hour juice bar e una spa suite), una entertainment lounge al piano lobby, disponibile per eventi privati e dotata di cucina, oltre a una terrazza outdoor da cui ammirare il cortile che ospita una ‘wall and water installation’ realizzata da Future Green Studio.

Bedroom
Bedroom

Le 39 residenze fanno a gara in termini di suggestioni: panorama, comfort, ampiezze, interior design. Leitmotiv rimane il distintivo linguaggio progettuale di Zaha Hadid che accompagna ogni appartamento – che varia in dimensione dalle 2 alle 5 camere da letto e da un prezzo che va dai 4,950,000 $ ai 50 milioni di dollari per la tripla penthouse – esaltato dal bianco candore che illumina gli interni.

Appartment
Appartment
Appartment
Appartment
Appartment
Appartment

Fulcro di ogni appartamento è un elemento centrale (altrettanto curvilineo) con funzione al contempo strutturale e contenitiva, attorno al quale si sviluppano i differenti ambienti, tra cui la cucina che incorpora il modello Cove, disegnato da Zaha Hadid per Boffi. Così nell’appartamento campione arredato da Jennifer Post (4500sq ft, 4 camere da letto, per 15 milioni di dollari), giocato sulle neutre tonalità di bianco e delicate sfumature abbinate a tocchi pop ispirati ai pezzi d’arte contemporanea che costellano l’ambiente. O nella proposta d’interior di West Chin Architects per un appartamento di 1700sq ft (4.9M $) che unisce al suo stile tipicamente moderno una personale interpretazione di funzionalità minimalistica.

Exterior 520 West 28th
Exterior 520 West 28th

Ogni abitazione, quanto il generale progetto dell’edificio, è quindi riflesso diretto della vibrante atmosfera del distretto, dove l’arrivo di oltre 350 gallerie d’arte hanno contribuito alla creazione di un hub di cultura contemporanea, magistralmente rappresentato da 520 West 28th.

Appartment
Appartment