Giorgetti e gli Stati Uniti

Una operazione di real estate a marchio dell’azienda e un articolato piano di sviluppo futuro sono gli asset dell’azienda di Meda oltreoceano

Lobby, Giorgetti Houston
Lobby, Giorgetti Houston

Da due anni in corso di realizzazione, e ormai prossimo al completamento, il progetto per residenze di lusso Giorgetti Houston rappresenta la prima operazione di real estate a marchio dell’azienda, sempre più forte nel settore contract per l’esportazione, e incarna l’idea di lifestyle made in Italy (anzi made in Meda) di Giorgetti.

Giovanni Del Vecchio, CEO di Giorgetti
Giovanni Del Vecchio, CEO di Giorgetti

Nato grazie alla collaborazione con Mirador, developer texano specializzato in architettura e interior design, Sudhoff Company, leader nella consulenza e vendita immobiliare, e Internum, partner retail che rappresenta Giorgetti in alcune importanti aree degli Stati Uniti d’America, l’edificio è situato in Upper Kirby Street e ospita nei 7 piani 32 appartamenti di ampie dimensioni, tra i 230 e i 370 metri quadrati, tutti arredati con sistemi custom made, e numerosi spazi comuni. Giovanni Del Vecchio, CEO dell’azienda, ci aggiorna sullo stato delle cose a Houston, e sulla presenza attuale e futura di Giorgetti negli Stati Uniti.

Master Suite, Giorgetti Houston
Master Suite, Giorgetti Houston

“La costruzione è già quasi completata, abbiamo cominciato a spedire i primi corporate element e i gli arredi per le aree comuni. Quasi il 70% delle unità residenziali è stato venduto su progetto, e mi aspetto di poter cominciare a consegnare gli appartamenti ai residenti, tutti personalizzati, nell’ultimo trimestre del 2019. Per far comprendere il valore di quello che è stato acquistato sulla fiducia, i clienti sono stati invitati a Meda, hanno passato la giornata in azienda, per essere rassicurati del loro investimento, visto che Giorgetti Houston ha il più alto valore al mq in Texas, per meglio cogliere il DNA e i canoni di qualità di un progetto firmato Giorgetti”

Living, Giorgetti Houston
Living, Giorgetti Houston

Più in generale, quali sono attualmente posizione e presenza sul mercato americano?
“Giorgetti è presente sul territorio statunitense fin dai primi anni del ‘900, quando negli anni ’20 ha iniziato a esportare i suoi prodotti. Oggi abbiamo una filiale Giorgetti USA, con uffici a New York, che gestisce il mercato Nord e Sud Americano e che rappresenta circa il 15% del fatturato dell’azienda.

Living, Giorgetti Houston
Living, Giorgetti Houston

Per il futuro invece quali strategie prevedete?
Il piano di sviluppo che abbiamo implementato e andremo sempre più a perfezionare comprende prima di tutto rafforzare l’eccellenza e la flessibilità produttiva rigorosamente made in Italy, anzi made in Brianza, con ragguardevoli investimenti in capitale umano giovane e in macchinari. Quindi sperimentare materiali per noi inediti come vetro, metallo, marmo: l’8% del fatturato va in R&S, moltissimo per il settore. E ancora, aprire il catalogo alle cucine, ai complementi d’arredo, all’outdoor, un outdoor che convive e si contamina con l’indoor in un continuum nel quale gli spazi si compenetrano senza interruzioni. Cercare inoltre di intercettare nuovi mercati, ossia essere sempre più internazionali, ampliare e affinare la rete distributiva, motivare le persone, incrementare e aggiornare i punti vendita”.

Dora Living kitchen, Giorgetti Houston
Dora Living kitchen, Giorgetti Houston

Per quale target di clienti e di mercato?
Uno dei punti di forza del mercato americano è che l’80% delle progettazioni vengono affidate ad architetti e professionisti del settore. Un interlocutore preparato e legato al design facilita la scelta di brand selezionati e legati principalmente al made in Italy. Per quanto riguarda gli showroom, Giorgetti lavora con una strategia di distribuzione selettiva, con punti vendita esclusivi e focalizzati sul brand nelle principali città del Paese, come Boston – dove apriamo proprio questo fine maggio un importante store monomarca – Houston, Los Angeles, Chicago, Dallas, tanto per citarne alcune”.

Exterior, Giorgetti Houston
Exterior, Giorgetti Houston

Il ruolo del contract per Giorgetti?
Lavorando principalmente su progettazione e con professionisti di settore, il canale che nel breve periodo contribuisce a generare i migliori risultati è sicuramente quello del contract. Anche per supportare questo tipo di sviluppo, lo scorso anno Giorgetti ha acquisito il 100% di Battaglia, storica azienda italiana specializzata nella realizzazione di progetti di interior design destinati al residenziale, all’hôtellerie, al retail e al settore nautico. Lo scopo è quello di affiancare e sostenere la nostra distribuzione nella progettazione ed esecuzione di lavori “custom made” e chiavi in mano per una clientela di altissimo profilo.

Exterior, Giorgetti Houston
Exterior, Giorgetti Houston