Spazio all’outdoor!

Sempre più importante la presenza all’interno di HD Expo delle aziende di arredo per esterni, italiane e internazionali, che raccontano al mondo dell'ospitalità le nuove tendenze

Lorette by Frédéric Sofia, Fermob

Sostenendo la tesi ormai più che avvalorata che l’outdoor è parte integrante e imprescindibile dei progetti di interior, HD Expo – fiera che dell’ospitalità e del suo universo progettuale ne ha fatto il proprio core – non si esime dal celebrarne l’importanza nonché le ultime tendenze. Ampio spazio è pertanto dedicato al mondo dell’arredo per esterni, con una presenza notevole di rappresentanti internazionali, Made in Italy e non solo.

Molte delle novità che hanno visto il loro debutto ufficiale al Salone del Mobile di Milano, lo scorso aprile, trovano un’ulteriore vetrina internazionale alla kermesse di Las Vegas, dove raccontano una nuova espressività, nuove tecniche produttive, nuovi materiali. Il tutto a garanzia del massimo comfort ed eleganza trasferiti dall’indoor alla cornice ‘en plein air’.

Timeless by Gandiablasco
Timeless by José A. Gandía- Blasco Canales e Borja García, Gandiablasco

E proprio di eleganza, quella essenziale e originaria, parla la collezione Timeless di Gandia Blasco, progettata dal suo presidente José A. Gandía- Blasco Canales e dall’architetto Borja García ispirandosi al razionalismo architettonico del XX secolo; composta da sei divani modulari che rendono possibili svariate combinazioni e composizioni – insieme a diversi lettini, poltrone, puff, sgabelli, tavoli alti e panche – la collezione combina materiali pregiati e resistenti, linee pulite e colori neutri, per un risultato formale ‘senza tempo’.

Komodo, by Raffaello Galiotto, Nardi
Komodo by Raffaello Galiotto, Nardi

Altrettanto vario e mutevole nelle sue declinazioni, il sistema ideato da Raffaello Galiotto per Nardi: Komodo. Il designer si è lasciato ispirare dalla natura e dalla conformazione arrotondata e raccordata dei rami delle piante, per generare una struttura reticolare stabile alla quale sono agganciabili su tutti i lati gli schienali e i cuscini imbottiti.

Panama collection
Panama collection by Ludovica+Roberto Palomba, Talenti

Il dialogo con la natura è immediato anche nella collezione Panama (design Ludovica+Roberto Palomba) di Talenti, caratterizzata da ampie forme dal profilo organico i cui intrecci – attraversati dalla luce del sole – creano ombre ispirate al tipico movimento delle palme mosse dalla brezza marina. La famiglia si compone di sedie, lounge, sunbed, pouf e divanetti.

Anatra by Patricia Urquiola, Janus et Cie
Anatra by Patricia Urquiola, Janus et Cie

Il tema dell’intreccio sembra contagiare il panorama outdoor, creando un fil rouge tra molte delle nuove proposte in scena. Un tema fatto proprio anche da Patricia Urquiola e da lei tradotto nella collezione Anatra di Janus et Cie, “nata dal mio desiderio di giocare e sperimentare con le possibilità dell’intreccio, una tecnica distintiva dell’azienda”, dichiara la designer che con tale lavorazione (applicata sulle sedute in abbinamento a strutture di alluminio) ha ricercato il perfetto equilibrio tra leggerezza e durabilità.

Emma by Monica Armani, Varaschin
Emma by Monica Armani, Varaschin

Anche Monica Armani ricorre al cordino intrecciato a mano per creare la cifra distintiva delle sedute Emma per Varaschin, particolarmente enfatizzata nel modello bergère.
E per finire, si gioca con il ricamo anche in casa Fermob, applicato questa volta alla lavorazione del metallo. Nasce così, reinterpretando un classico, Lorette (design Frédéric Sofia): il monogramma di un fiore diventa emblema della collezione.

LED integrata Ambia, Tuuci
LED integrata Ambia, Tuuci

Testimone autorevole dell’universo outdoor, nonché presenza costante a HD Expo, è l’americana Tuuci, che esplora le potenzialità degli elementi parasole per la massima fruibilità degli spazi esterni in totale relax, anche nelle ore notturne. Tanto da presentare, tra le sue novità, la nuova luce LED integrata Ambia alle sue collezioni Ocean Master MAX e Plantation MAX.