Soho, il cuore pulsante del design newyorkese

Il distretto che ospita moltissimi showroom di aziende italiane partecipa a NYCxDesign. Attesissima la serata inaugurale in programma sabato 18 maggio

Soho Design District
Soho Design District

Sono cinque i distretti che si faranno sede dei principali eventi di NYCxDesign (10-22 maggio), la rassegna newyorkese dedicata al design: Tribeca, NoMad, Downtown, Madison Avenue Design District e Soho. Quest’ultimo in particolare rappresenta una meta molto importante per le aziende che fanno del Made in Italy un motivo di vanto.

Mappa Soho Design District, courtesy of Soho Design District
Mappa Soho Design District, courtesy of Soho Design District

Attesissima l’inaugurazione di sabato 18 Maggio, per una serata all’insegna della varietà, di showroom in showroom. Cocktail, presentazioni, opening: il Soho Design District celebra il design internazionale dei suoi 30 e più brand di interior e illuminazione che gravitano attorno allo storico quartiere urbano, dove sono molti i rimandi alla milanese via Durini.

Prosegue quindi con grande fervore la mission della community che unisce business e cultura del design. Il presidente del distretto di SoHo Design e membro fondatore nel 2014, Dahlia Latif, parla dell’edizione 2019: “Dopo aver ospitato già cinque edizioni della notte del design a SoHo, rimaniamo comunque sempre stupiti sia dall’afflusso di visitatori che del sostegno dei nostri membri. È un onore portare il grande design alla comunità, affermando SoHo come destinazione internazionale per design, arte, cultura e architettura Siamo inoltre lieti di collaborare ancora una volta con ICFF per ampliare i nostri obiettivi comuni”.

Nel corso di NYCxDesign è possibile prendere parte a tour guidati, con lo scopo di visitare e scoprire nel dettaglio uno dei quartieri più affascinanti di New York, e sicuramente più interessanti per gli amanti di design e architettura, grazie alle sue architetture caratteristiche che richiamano gli stili dell’800 e le alte facciate decorate dei palazzi.

Ateliernovō, fondato da Marc Benrey
Ateliernovō, fondato da Marc Benrey

Attenzione: non solo Made in Italy. Infatti, in occasione della design week, la destination online ateliernovō – fondata da Marc Benrey e dedicata a un’attenta selezione di oggetti di alto artigianato creati dai maitres francesi – ha inaugurato il suo primo pop-up store in Soho. Uno spazio affascinante in cui immergersi per ammirare l’eccellenza di pezzi di design esclusivamente made in France, tra accessori per la casa e per la tavola, arredi in feltro, vasi eclettici, opere d’arte… Oggetti decorativi e funzionali plasmati da oltre 30 artisti tra cui Agnès Nivot, Bénédicte Magnin-Robert, Bérangère Noyau, Camille Campignion, Cyrille Morin, Dominique Pierrat, Emmanuelle Manche, Eric Hibelot, Faïencerie Georges, Ismaël Carré, Julie Bergeron, Karen Petit, Laure Simoneau, Manufacture de Digoin, Natacha Heitz, Nicole et Aude, Patricia Vieljeux, Silver Sentimenti, Valérie Le Roux. “Al centro della nostra mission il desiderio di mostrare i talenti eccezionali dei maestri artigiani e degli artisti francesi”, ci spiega Marc Benrey. «”La Francia è famosa per la sua attenzione alla bellezza e alla sua identità culturale, e siamo orgogliosi di portare il meglio del savoir-faire francese ai nostri clienti statunitensi… Oggetti che conferiscono un tocco unico agli spazi abitativi”.

 “The Little Prince”, delightful wire sculpture by Laure Simoneau, full of poetic simplicity
“The Little Prince”, delightful wire sculpture by Laure Simoneau, full of poetic simplicity

Passeggiando invece tra le vie, da Wooster Street a Greene Street fino a West Broadway, incontriamo nomi noti del Made in Italy, che in molti casi hanno colto l’occasione di ICFF e della Design Week per presentare le nuove collezioni 2019, tra cui: Poltrona Frau, Cassina, Cappellini, Artemide, Flou, Foscarini e Luceplan. Presenti anche marchi di indiscusso successo internazionale, come Fritz Hansen, Nanimarquina e Tom Dixon.