Talenti cristallini

Glas Italia affida la realizzazione delle proposte 2019 a designer di fama internazionale: da Piero Lissoni a Philippe Starck, passando da Mario Bellini e Patricia Urquiola

Sherzade by Piero Lissoni
Sherzade by Piero Lissoni

La comprovata capacità di Glas Italia nel realizzare vere e proprie opere in cristallo ha attirato collaborazioni con designer di successo. Il 2019 non fa eccezione, e lo stand del Salone del Mobile è stato cornice della presentazione di una eterogenea gamma di nuove proposte, come tavoli, tavolini, specchi e sistema di pareti.
Il tutto nel segno di una ricerca di perfezione estetica, senza tralasciare la funzionalità.

Aladin Wall by Piero Lissoni
Aladin Wall by Piero Lissoni

Le novità invitano a un suggestivo viaggio nel mondo dell’azienda, focalizzandosi sull’introduzione di Aladin Wall, innovativo sistema di pareti divisorie e sull’ulteriore estensione del programma porte, entrambi a cura dell’archistar Piero Lissoni.
Aladin vuole rispondere alle richieste degli stili abitativi moderni attraverso la propria versatilità, inoltre le pareti sono disponibili nelle due versioni mono e doppio vetro.
Inoltre, Piero Lissoni si è dedicato all’ampliamento della serie di ante Sherazade: una rivisitazione contemporanea delle antiche “vetrate a cattedrale” per un effetto finale di luci e colori estremamente suggestivo.

L.A. Sunset by Patricia Urquiola
L.A. Sunset by Patricia Urquiola

Patricia Urquiola invece, per i tavoli Bisel e tavolini L.A. Sunset, predilige linee essenziali e colori che eleganti e raffinati che non passano però non passano inosservati. La forma rotonda di quest’ultimi si fonde alla struttura in tubo metallico verniciato nei colori blu notte o nella nuova finitura rame. La collezione Bisel è composta da tavoli alti, tavoli bassi e consolle, realizzati in cristallo multistrato e multicromatico, ottenuto stratificando cinque lastre di cristallo extralight con pellicole di diversi colori.

Mari Cristal by Philippe Starck
Mari Cristal by Philippe Starck

Ci pensa proprio Philippe Starck a spiegare la sua realizzazione, Mari Cristal: “La parte intelligente della produzione umana si sta muovendo verso la smaterializzazione. Tutto scomparirà. Mari Cristal non è solo un tavolo, è un passo verso la smaterializzazione. Non sappiamo ancora come far sparire un tavolo, quindi dobbiamo renderlo invisibile”.

Lady Hio by PhilippeStarck and Sergio Schito
Lady Hio by Philippe Starck and Sergio Schito

Lady Hio, creato nel 2014 da Philippe Starck con Sergio Schito per Glas Italia, è stato presentato al Fiera milanese dedicata al design nella versione con le gambe del tavolo, cilindriche e affusolate, in versione marmo Nero Marquina o Arabesque bianco venato grigio.

Jabot by Mario Bellini
Jabot by Mario Bellini

Chi guarda il tavolo Jabot viene colto da una sensazione di morbidezza e leggerezza. Mario Bellini si è ispirato alla panna montata per realizzare le gambe che presentano un bordo sagomato. Il piano è realizzato incollando lastre di cristallo trasparenti a 45°.