Museo del Design Italiano, una storica inaugurazione

In contemporanea con la settimana milanese dedicata al design, Triennale di Milano inaugura il Museo del Design Italiano: un allestimento permanente di pezzi iconici dal 1946 al 1981

Conferenza stampa di presentazione, ©Gianluca Di Ioia
Conferenza stampa di presentazione, ©Gianluca Di Ioia

La speranza è che tra vent’anni, guardandoci indietro, ripenseremo al 2019 come un anno storico per il design italiano. In concomitanza con la Milano Design Week, Triennale di Milano inaugura l’8 aprile (primo giorno di Fuorisalone 2019) il Museo del Design Italiano. Per usare le parole dell’architetto Mario Bellini, intervenuto alla conferenza stampa di presentazione e componente del Comitato Scientifico che ha selezionato i prodotti della collezione permanente: “Ora potremo rispondere alla domanda che ci pongono gli stranieri Dov’è il Museo del Design italiano?”.

Joseph Grima, Direttore artistico del Museo del Design italiano, architetto Mario Bellini, Stefano Boeri, Presidente di Triennale Milano
Joseph Grima, Direttore artistico del Museo del Design italiano, architetto Mario Bellini, Stefano Boeri, Presidente di Triennale Milano, ©Gianluca Di Ioia

La direzione artistica è affidata a Joseph Grima che definisce la visita al Museo del Design Italiano un viaggio nella storia del Made in Italy scandita cronologicamente dai pezzi iconici, realizzati dal 1946 al 1981. I prodotti dialogano con il contesto in cui sono nati, tramite una linea temporale grafica presente sulle pareti che racconta i fatti di maggior rilievo della storia italiana e internazionale. L’obiettivo è privilegiare la semplicità della presentazione, infatti, molti progetti parlano da sé.

Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia
Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia

Tratto interessante e piacevole della visita è la spiegazione diretta dei designer (attraverso interviste di repertori) di diversi oggetti tramite un telefono prendendo spunto dall’affermazione di Vico Magistretti: “A me piace il concept design, quello che è talmente chiaro che puoi anche non disegnarlo. Molti dei miei progetti li ho trasmessi al telefono”.

Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia
Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia

L’allestimento punta a dare il massimo risalto alle opere e fornisce approfondimenti sulla storia e il contesto in cui ogni oggetto è stato progettato, attraverso l’esposizione di materiali in gran parte inediti provenienti dagli archivi della Triennale: fotografie, campagne pubblicitarie, packaging originali.

Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia
Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia

L’esposizione definita dagli organizzatori Museo del Design Italiano – Parte I, rappresenta la prima fase di un progetto più ampio e a lungo termine, sostenuto dal Mibac e dagli altri soci di Triennale e concordato con ADI e Assolombarda, con cui Triennale sta costituendo un’associazione.
Ora il Museo del Design Italiano occupa lo spazio della curva al piano terra del Palazzo dell’Arte, su una superficie di circa 1300 mq dove sono esposti circa 200 oggetti.

Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia
Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia

Entro maggio 2019 sarà bandito un concorso di progettazione internazionale mirato ad ampliare la collezione e gli spazi, oltre a una riorganizzazione degli Archivi, per un totale di 6000 mq.
Importanti anche gli investimenti: la prima parte dei lavori ha avuto un costo di circa 500mila euro, mentre nella seconda fase sarà finanziata dal Mibac, per un totale di 10 milioni di euro.

Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia
Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia

L’esposizione, secondo il Presidente di Triennale Stefano Boeri, non corre il rischio di divenire un museo di archeologia: “L’obiettivo è sia l’arricchimento della nostra collezione attraverso politiche d’acquisizione mirate e nuove collaborazioni con archivi, aziende, scuole, università, musei, sia l’ampliamento in Triennale degli spazi destinati al Design, allo scopo di fare della nostra istituzione il più importante centro internazionale dedicato al Design italiano”.

Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia
Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia

Il Comitato Scientifico riunisce alcune delle figure di rilievo del mondo del design e dell’architettura italiani: Paola Antonelli, Mario Bellini, Andrea Branzi, Antonio Citterio, Michele De Lucchi, Piero Lissoni, Claudio Luti, Fabio Novembre e Patricia Urquiola.

Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia
Museo del Design Italiano, ©Gianluca Di Ioia