Shanghai sempre più vicina

Molte aziende italiane, cinesi e internazionali prendono parte a Design Shanghai, in scena dal 6 al 9 marzo, presentando prodotti con influenze di stili diversi

Globe Trotter by Marcel Wanders per Roche Bobois

In qualsiasi ambito della nostra vita le distanze si sono sempre più assottigliate e nemmeno la Cina è più così lontana. Negli ultimi anni l’interesse del mercato cinese verso il design è cresciuto in modo esponenziale e di conseguenza anche le contaminazioni tra gli stili e i gusti, un tempo molto differenti tra di essi.
Succede, quindi, che la Design Shanghai, fiera giunta alla sesta edizione, si pone come obiettivo quello di promuovere tanto il design locale che internazionale.

Lo Shanghai Exhibition Centre ospita oltre 400 brand che traggono ispirazione dal tema 2019 New Materials and Applications Hall e sono suddivisi nelle sezioni Contemporary, Classic & Luxury, Collectibles, Kitchen & Bathroom e Workplace Design.
La spazio espositivo si espande del 20% rispetto la passata edizione e i prodotti presentati da designer e aziende locali riescono a fondere innovazione e lusso traendo ispirazione dai marchi occidentali. Design Shanghai offre un ponte tra designer cinesi e, in particolar modo, europei e americani per incontrarsi e impegnarsi in nuovi progetti creativi, portando il meglio dei due mondi.

Tra le aziende che prendono parte all’esposizione al Sec sia aziende cinesi che internazionali, con una forte rappresentanza italiana. Tra i brand presenti spiccano Knoll, Ceppi Style, Marac, Medea, MisuraEmme, Roche Bobois, Vismara, Martinelli Luce, Alessi, Alpi, Abet Laminati, Saint Louis, Fermob, Flos, Franke, Gervasoni, Littala, Jacuzzi e Tonino Lamborghini.

Di seguito una rassegna dei prodotti in evidenza a Shanghai.