Norra Tornen, il primo progetto di OMA a Stoccolma

Completata a fine 2018 una delle due torri: 36 piani di altezza e una forma che riapre il dibattito su brutalismo, economia di risorse e tipologie abitative

Panoramica Norra Tornen, Oma
Panoramica Norra Tornen, Oma

Norra Tornen rappresenta per il nostro studio un traguardo importante: l’apice di uno sforzo costante mirato alla realizzazione di una nuova tipologia di residenze contemporanee, in cui creare la massima varietà possibile con un numero limitato di elementi (prefabbricati), in modo che il formalismo della torre per appartamenti possa lasciare spazio a individualità, ambiente domestico… e forse persino umanesimo”.

Panoramica Norra Tornen, Oma
Panoramica Norra Tornen, Oma

L’apice a cui si riferisce Reinier de Graaf, partner di OMA, non è solo progettuale ma anche fisico visto che la ‘Innovation Tower’ ufficialmente inaugurata a Stoccolma l’8 novembre 2018 raggiunge i 125 metri di altezza per 36 piani e svetta come un nuovo punto di riferimento visivo in una silhouette urbana in realtà priva di grandi altezze. Nel 2020, con Helix, le ‘torri del nord’ saranno due, parte di un progetto di sviluppo e recupero avviato dal 2013 da Oscar Properties, dopo l’assegnazione per concorso da parte della City of Stockholm, nella zona di Hagastaden, nuovo quartiere nel nord della città cresciuto attorno al Karolinska Institute.

Panoramica Norra Tornen, Oma
Panoramica Norra Tornen, Oma

La porzione urbana portava tuttavia un’eredità, due strutture progettate dal ‘city architect’ Aleksander Wolodarski e lasciate incomplete in seguito alla cancellazione del progetto. “Attraverso una sorta di ‘freudiano balzo in avanti’- l’accettazione appassionata dell’inevitabile per poter superare le iniziali paure – l’esistente è stato adottato come un dato di fatto”.

Panoramica Norra Tornen, Oma
Panoramica Norra Tornen, Oma
Panoramica Norra Tornen, Oma
Panoramica Norra Tornen, Oma

L’originaria segmentazione verticale è stata completata con una seconda ‘segmentazione’ orizzontale che sublima il concetto di ripetizione utilizzando un sistema modulare di elementi prefabbricati in calcestruzzo la cui messa in posa è stata possibile anche con temperature molto basse, ottimizzando così tempi e costi di costruzione. In una sorta di crescendo morfologico ‘a cubi’, la facciata alterna spazi chiusi per l’abitare protesi verso l’esterno a terrazze che si ritraggono verso l’interno, con ampie vetrate per massimizzare l’apporto di luce naturale e una texture di facciata ‘a coste’, con piccole scanalature, che ingloba aggregati di diversi colori. La struttura e il cemento brutalista, un chiaro omaggio a una forma architettonica che secondo il critico Reyner Banham sarebbe nata in Svezia, vengono qui ‘estetizzati’ grazie a un raffinato trattamento materico e cromatico.

Interior Norra Tornen, Oma
Interior Norra Tornen, Oma

I 182 appartamenti, che variano da 44 metri quadrati a 271 per le penthouse dell’ultimo piano, hanno a disposizione fra gli spazi comuni cinema, sala per feste, palestra e spa. A questi si aggiungeranno i 138 della Helix Tower nel 2020.

Interior Norra Tornen, Oma
Interior Norra Tornen, Oma

credits

Architecture
OMA / Reinier de Graaf

Timeline
Competition: 2013, Construction start: December 2015, Occupancy: September 2018

Client
Oscar Properties

Address
Torsplan 8, 113 65 Stockholm, Sweden

Program
320 apartments, Retail

Structural Engineer
Arup

Mechanical Engineer
Arup

Façade Engineer
Arup Façade Engineering

Local Engineer
Sweco

Image courtesy of OMA
photography by Ossip van Duivenbode and by Laurian Ghinitoiu