Boudoir contemporaneo

Philippe Starck sigla 9Confidentiel, hotel un po’ neo-classico un po’ ultra moderno, nel cuore del quartiere, Le Marais, ancora tra i più charmant di Parigi

9Confidentiel, Parigi, design Philippe Starck, photo©Philippe Garcia
9Confidentiel, Parigi, design Philippe Starck, photo©Philippe Garcia

Il nome sussurra intimità e invita ad una certa riservatezza. L’atmosfera all’interno di 9Confidentiel, nuovo 5 stelle nel 4 arrondissement parigino, incarna in pieno i due concetti. Anche, anzi prima di tutto, attraverso il linguaggio formale scelto da Philippe Starck che ne ha realizzato il progetto dallo sviluppo alla realizzazione. La posizione, nel cuore del poetico Le Marais, di certo dà una marcia in più, ma il contributo del sempre ‘enfant terrible’ del design continua a fare la differenza. Un mix di stili e ispirazioni diversi crea un luogo senza tempo dall’effetto ovattato, dove si sposano colori pastello a legno chiaro, acciaio inossidabile spazzolato, ottone rosato, ferro battuto, accostati a sculture dell’artista Yann Masseye e ad affreschi contemporanei di Ara Starck.

9Confidentiel, Parigi, design Philippe Starck, photo©Philippe Garcia
 9Confidentiel, Parigi, design Philippe Starck, photo©Philippe Garcia
9Confidentiel, Parigi, design Philippe Starck, photo©Philippe Garcia

Le 29 stanze, che includono 16 Superior, 6 Club, 4 Executive e 3 Suites con vista sui tetti di Parigi, portano tutte un nome di donna sulla porta ed esprimono la volontà di creare dei veri e propri boudoir, completi di servizio beauty e wellness à-la-carte direttamente in camera. Per questo, i bagni hanno una particolare accuratezza stilistica, rivestiti completamente di specchi realizzati da artigiani, con pietra naturale per i pavimenti, lavabi scavati nel marmo, e pietre diamantate con taglio cabochon che adornano le pareti, quale rimando ad uno stile neo classico.

9Confidentiel, Parigi, design Philippe Starck, photo©Philippe Garcia

Molti elementi d’arredo sono disegnati appositamente, come le sedute e i cuscini pensati da Ara Starck o i tappeti creati da da PhilippeStarck e realizzati da Pierre Frey con fantasie asimmetriche color pastello, accostati alla carta da parati gialla decorata coi toni del bianco, grigio e nero. Anche il cocktail bar Le Confidence è un tuffo nella poeticità degli anni ’20, reinterpretati dal noto bartender Nico de Soto che propone drink studiati appositamente per l’hotel, da gustare circondati da sofa, opere d’arte, libri. “9Confidential non è un hotel, è un sogno ad occhi aperti”- esordisce Philippe Stark, sfaccettato ed eclettico come sempre.

9Confidentiel, Parigi, design Philippe Starck, photo©Philippe Garcia