Da Colonia a…Colonia

Si annunciano all’orizzonte segnali di cambiamento nel settore dell’arredo: la probabile prima onda di ritorno generata dai Millenials ha già lasciato una traccia indelebile nel settore office e ora sta per arrivare a dettare legge nell’ambito domestico

Moroso, Bikini Island, ©Aisslinger
Moroso, Bikini Island, ©Aisslinger

Da Colonia (Orgatec) a …. Colonia (IMM) e poi a Parigi, Stoccolma, Singapore e Shanghai, queste le prime cinque tappe che vedono da gennaio a marzo il mondo dell’arredamento presentare le prime novità, per “tirare la volata” in vista del primo grande (decisamente il più grande) traguardo dell’anno, il Salone del Mobile di Milano.

E le aziende del comparto faranno i conti con quello che ormai tutti chiamano “effetto Orgatec”, un’eredità che ha decretato ufficialmente il cambio di rotta del settore ufficio e la conclamata commistione tra ambiente lavoro e ambiente domestico, a tutti i livelli e per tutti i budget.

Arper, Arcos © Salva Lopez
Arper, Arcos © Salva Lopez

Per la casa non si tratta di una rivoluzione ma di una tendenza da monitorare. Antesignane di questa ‘new wave’ sono state alcune aziende del nord Europa (Muuto e Buzzi Space), ma anche la quota latina del Vecchio Continente ha detto la sua, la Spagna con Andreu World, Gan e Sancal e l’Italia con Arper e Lapalma e non solo. Le appena annunciate nuove collezioni di MorosoBikini Island e Tape – parlano il linguaggio della contaminazione tra casa e lavoro.

Un gigante del lusso come Poltrona Frau ha presentato quest’anno il sofa Vertigo della collezione EOOS, leggero e prezioso, trasformabile in un letto a due piazze, ma che nella sua forma originale si integra perfettamente in una sala d’attesa corporate. La collezione di divani Fellini realizzata da i4 Mariani si caratterizza per la flessibilità: da imbottito elegante per una zona living a altrettanto elegante presenza in un contesto di lavoro, basta sostituire il bracciolo originale con un tavolino.

Brioni, collection by Kristalia
Brioni, collection by Kristalia

Per gli amanti delle rotondità ecco il divano lounge èS di Twils e Kristalia mette d’accordo indoor e outdoor con la collezione Brioni dalla componibilità senza confini.
Amante da sempre delle sedute da conversazione, Antonio Citterio ha firmato Nodus per Maxalto, un divano curvo, leggero e importante al tempo stesso. Dalla matita di Maarten Baas ecco da Moooi Something Like This Sofa, dove il decorativo incontra l’essenziale. Bomb è una poltroncina “con gilet” che Massimo Morozzi ha disegnato per Promemoria: ironica a colorata, Bomb è l’anello di congiunzione tra home e quegli ambienti di lavoro che hanno fatto della raffinata informalità un elemento di riconoscimento. Questa è solo una pillola per preannunciare quello che attende i visitatori delle manifestazioni che aprono ufficialmente l’anno dell’arredamento.