Luce e ombra secondo Alpi e Mendini

Sino al 20 dicembre, a Milano, tre mobili esclusivi interpretati da Alessandro Mendini per Alpi, e ispirati da un racconto di Italo Calvino, scandagliano forme e energie arcaiche nell’ambito della mostra ‘Tre primitivi’

ALPI, 'Tre primitivi', Luna&Sole, design Alessandro Mendini

La luce è la sua assenza sono i campi di esplorazione che ricongiungono le vite professionali di Alessandro Mendini e Vittorio Alpi, grazie alla riedizione della superficie in legno realizzata nel 1991 proprio dall’azienda Alpi per Atelier Mendini. Questa volta, il pattern concepito allora è proposto nelle due versioni Pointillisme COL e Pointillisme B/N – di Atelier Mendini con Alex Mocika -, e segue il filo di un pensiero che ha portato alla creazione di tre mobili esclusivi.

Pointillisme COL, Pointillisme B/N, design Atelier Mendini con Alex Mocika

Tre volumi, disegnati appositamente dal designer per Alpi, che, per forme e decori, interpretano i primordi, saranno visibili sino al 20 dicembre all’interno della mostra ‘Tre primitivi’, nello showroom milanese dell’azienda in Via Solferino. Tutto nasce dalle riflessioni di Vittorio Alpi, che ogni tanto ama camminare di notte in campagna al chiaro di luna, lontano dai bagliori del paese, per ammirare i nuovi contorni assunti dal paesaggio in assenza di luce. Un percorso di idee che diventa esplosivo accanto all’ammirazione per il racconto tratto da Le Cosmicomiche di Italo Calvino intitolato Senza Colori – storia del ‘colorato’ e innamorato Qfwfq della bella Ayl, che però vive in un mondo grigio -.

ALPI, ‘Tre primitivi’, Qfwfq, design Alessandro Mendini

Ed ecco che scatta l’idea di richiamare l’amico Mendini per tornare a sperimentare quella sua personale visione evanescente e immateriale, ispirata ai dipinti pointilisti di Signac e Seurat, per creare due decori, uno solare e uno lunare. Due mondi allo stesso tempo inseparabili e inconciliabili, ma parte integrante della nostra esistenza. I punti policromi e le suggestioni pulviscolari, riprodotti nel legno ALPI grazie alla cultura sartoriale dell’azienda, si esprimono al meglio sui tre elementi d’arredo di Mendini, che non potevano che trarre il loro nome dalla penna di Calvino: Qfwfq e Ayl. In mezzo c’è Luna & Sole, il mobile che rappresenta il contrasto, la drammatica scissione fra le due energie irradiate.

ALPI, ‘Tre primitivi’, Ayl, design Alessandro Mendini
ALPI, ‘Tre primitivi’, Luna&Sole, design Alessandro Mendini