Quant’è sexy il cemento

Concrete Lcda presenta a 100% Design quattro nuove collezioni firmate da Matali Crasset e Patrick Norguet. Superfici d'autore che svelano l'anima sensuale del materiale legato alle costruzioni

Sexy come il cemento, chi l’avrebbe mai detto. A esplorare l’estetica di un materiale legato alle costruzioni ci pensa Concrete Lcda, azienda francese che in pochi anni è diventata un punto di riferimento per il mondo dell’architettura e dell’interior. Il brand presenta nello stand K320 a 100% Design, la kermesse londinese dal 19 al 22 settembre all’Olympia London, le nuove collezioni firmate dai designer Matali Crasset e Patrick Norguet.

Quattro famiglie decorative per il cemento completamente differenti tra loro, che rappresentano il diverso stile dei progettisti: Matali Crasset propone le linee Made in Haussmann #1 e Made in Haussmann #2, pensate per Panbeton, i pannelli in calcestruzzo ultraleggero, facili e veloci da installare. “Questo mix moderno prende in giro i codici dell’interior design e integra modanature e decorazioni borghesi francesi nella modernità del cemento, creando una sorta di assorbimento dei codici decorativi in un linguaggio contemporaneo: un ossimoro decorativo”, racconta Matali Crasset. “Alcune parti evocano la sensazione di un appartamento del diciottesimo secolo o di un’abitazione classica francese in stile Haussmann, attraverso la ripetizione di finta carpenteria e rifiniture. Le linee cave creano profondità e donano una luce specifica alle superfici in calcestruzzo, sviluppando un gioco di forme piene e spazi vuoti”. Patrick Norguet, invece, adotta una prospettiva più grafica, del resto fin da bambino è stato sempre più attratto dagli album per fare schizzi rispetto ai volumi di testo.

Il risultato sono due collezioni per Panbeton: Bouchardé e Harmony. “Bouchardé è sia un materiale che una superficie”, spiega Norguet. “Per questa nuova collaborazione ho voluto trattare il calcestruzzo come un materiale prima di ogni altra cosa. Quindi mi sono concentrato sulla creazione di una trama regolare/irregolare. Il risultato è una tavolozza di superfici in rilievo, una vibrazione che unisce il lavoro di finitura e l’uso del calcestruzzo su una superficie orizzontale”.

In Harmony invece il progettista si è ispirato proprio alla forma dei blocchi di cemento: “Ho voluto lavorare sulla struttura del materiale attraverso ritmi e un framework specifico. Il design regolare e irregolare di questi pannelli li rende unici: modulazioni armoniose donano una profondità e una sensazione di movimento in superficie”. Pannelli tutti da toccare e da esibire, materiali che abbandonano l’aspetto grezzo e diventano decoro, contribuendo a personalizzare lo stile e l’arredamento della casa.