King’s Cross cresce ancora con Coal Drops Yard

Apre al pubblico il 26 ottobre l'ultima opera completata da Heatherwick Studio, progetto per un retail district che lascia intatto il tessuto storico della città per diventare spazio pubblico oltre che nuova destinazione per shopping ed eventi

Interior of the new upper storey | Photo © Hufton+Crow
Interior of the new upper storey | Photo © Hufton+Crow

L’area di King’s Cross dal 2006 è uno dei più estesi e articolati piani di rigenerazione urbana di Londra, uno dei maggiori investimenti immobiliari e progettuali per trasformare una zona industriale dismessa in un nuovo brano di città con un proprio codice postale (N1C). Fra le strade e piazze previste nel masterplan e nel mix di funzioni, con edifici per residenze, uffici, negozi e gallerie, bar e ristoranti, scuole e università, Coal Drops Yard aprirà al pubblico dal 26 ottobre come nuova destinazione per retail e ristoranti connessi da spazi pubblici, dopo un intervento di riqualificazione completato su progetto di Heatherwick Studio.

Il sito conservava, l’uno di fronte all’altro, due edifici del periodo Vittoriano, di forma allungata e dalle architetture cast-iron, con struttura in mattoni e ghisa, utilizzati nella seconda metà dell’Ottocento come deposito per il carbone distribuito in tutta la città. Abbandonati dagli anni ’90, dopo un lungo periodo di riuso come officine, magazzini e locali notturni, gli edifici sono stati reinventati dagli architetti cercando coesione concettuale e strutturale fra le architetture storiche, il più possibile restaurate e riadattate, e il nuovo, complesso intervento attuato a partire dalle coperture a spioventi.

Il tema della coesione diventa vera e propria unione nell’estensione delle due falde interne dei tetti che, estese per una lunghezza di 35 metri e trasformate in ‘nastri ricurvi’, arrivano a toccarsi al centro della nuova unica struttura. Una conformazione che consente sia di rivalorizzare il pre-esistente sia di generare un ulteriore piano sospeso con una vasta facciata vetrata panoramica e una copertura alta 20 metri per lo spazio aperto sottostante, una piazza pubblica permeabile e accessibile da più parti.

Photo © Mir

Gli oltre 9mila metri quadrati saranno suddivisi fra spazi per negozi, per ristoranti e per café, oltre che per eventi, con 55 unità retail di diverse dimensioni.

Photo © Mir
Photo © Forbes Massie

credits

Developer
King's Cross Limited Central Partnership KCCLP / Argent LLP

Client
Argent LLP

Timeline
2014-2018

Area
9.000 m2 ca

Progetto
Heatherwick Studio

Heritage Consultant
Giles Quarme & Associates

Structural / Façade Engineer
Arup

M+E / Sustainability
Hoare Lea

Lighting Designers
Speirs and Major

Delivery Architect
BAM Design