FederlegnoArredo e Università di Trento insieme

Istituito un nuovo centro dedicato alle opere di ingegneria in legno: il progetto “Sicurezza, Progettazione Tecnologica & Valutazione delle costruzioni in legno” sarà di durata triennale

Università di Trento

Importante novità che coinvolge FederlegnoArredo e l’Università di Trento. Nasce un nuovo centro di eccellenza dedicato alle opere di ingegneria in legno. FederlegnoArredo ha finanziato il progetto di ricerca  “Sicurezza, Progettazione Tecnologica & Valutazione delle costruzioni in legno”. A seguito del trend positivo che riguarda il settore (4000 Edifici presenti sul territorio nazionale e una rappresentatività sui permessi di costruire che supera il 7%), il piano ha l’obiettivo di fornire elementi di valutazione a istituti di credito e assicurazioni in modo che questi ultimi possano approfondire statistiche, razionali e tassi di riferimento.

Lo spiega Marco Vidoni, presidente di Assolegno: “È un progetto innovativo ed è stato voluto fortemente dalla nostra Associazione. L’approfondimento scientifico oggetto di interesse di Assolegno vuole essere infatti uno strumento utile per tutti: professionisti, imprese di settore, banche e assicurazioni”.

Il progetto avrà durata triennale e coinvolgerà due dipartimenti dell’Università trentina: DICAM – Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica & DEM – Dipartimento di Economia & Management. “La presente ricerca– racconta il professor Marco Zamarian – ha l’obiettivo di comprendere le peculiarità, dal punto di vista dell’impatto economico, delle opere a struttura di legno condividendo successivamente i risultati ottenuti con il comparto industriale di riferimento e la sfera bancaria e assicurativa”.

Non è l’unica collaborazione in corso in termini di ricerca tra FederlegnoArredo e l’ateneo, ma affiancherà l’impegno nell’ottimizzazione della progettazione in zona sismica.