Giorgetti sempre più contract – oriented

Giorgetti ha acquisito il 100% di Battaglia Interior Contractors, specializzata nelle realizzazioni di hotel di lusso, fashion retail e superyacht

L’obiettivo, diventare il punto di riferimento internazionale per la definizione di grandi opere di interior design. Questa la base dell’accordo tra Giorgetti e Battaglia Interior Contractors, storica azienda italiana specializzata nella realizzazione di progetti di interior design destinati al residenziale, all’hôtellerie, al retail e al settore nautico, con un fatturato di circa 20 milioni di euro e un expertise di oltre 40 anni nella produzione su misura. Giorgetti ne ha annunciato l’acquisizione del 100%, consolidando così la propria strategia di crescita nell’ambito del settore contract.

Con un know how di alto profilo, Battaglia ha firmato importanti progetti di hôtellerie a Parigi, New York, Venezia e a Milano, ma anche Svizzera e Grecia; non da meno le realizzazioni nel settore retail grazie a collaborazioni con i maggiori brand internazionali: Dolce & Gabbana, Gucci, Brioni, DSquared2 e Dior, per citarne alcuni. Tra le referenze, anche la definizione degli interni di megayacht e navi da crociera di lusso.

“Questa acquisizione rappresenta per Giorgetti una straordinaria opportunità di crescita nel settore del contract, che impreziosisce il nostro 120° anniversario e che si inserisce perfettamente nella nostra strategia di fare di Giorgetti un brand in grado di disegnare lo spazio intorno ai prodotti, creando atmosfere uniche e personalizzate – spiega Giovanni del Vecchio, Amministratore Delegato di Giorgetti – Il nostro proposito è quello di mantenere ben chiara l’identità di ognuno dei due brand. In uno scambio di competenze, Giorgetti consentirà a Battaglia di penetrare in maniera efficace anche i mercati internazionali”. Mercati in cui l’azienda brianzola sta affermando considerevolmente la propria presenza anche attraverso l’apertura di nuovi spazi: annunciata infatti l’imminente inaugurazione di nuovi monomarca a Parigi e nell’area nordamericana, tra cui uno a Los Angeles.

“La ricerca di un potenziale target per Giorgetti è stata estremamente selettiva ma, fin da subito, ci siamo resi conto che Battaglia avrebbe rappresentato il naturale completamento della gamma prodotti e la piattaforma per un ulteriore sviluppo internazionale – ha dichiarato Nino Mascellaro, Senior Partner di Progressio, il fondo di Private Equity che controlla Giorgetti – Progressio con il suo terzo fondo, attualmente in raccolta, che ha un target di 225 milioni di Euro, ha già effettuato il suo primo investimento in Save The Duck e continuerà a investire nelle eccellenze nascoste del made in Italy”.