[email protected]: la cultura del lavoro, la cultura al lavoro

Orgatec 2018 si annuncia con un obiettivo tanto ambizioso quanto fondamentale, diffondere innovazione nelle imprese e rispondere concretamente a esigenze di un settore in continua evoluzione

Le cinque grandi I del pensiero innovativo – Ispirazione, Intuizione, Immaginazione,Improvvisazione e Interazione – diventano parole chiave per una fiera internazionale che intende diffondere la cultura dell’innovazione nelle imprese. E che ha scelto come motto “New Visions of work” lavorando per presentare, dal 23 al 27 del prossimo ottobre, soluzioni nuove per un mondo, anzi per “i mondi” del lavoro in rapida trasformazione, all’interno delle aree tematiche Space, Contract, Mobile, Office.

In particolare il progetto PLANT 10.1, realizzato da ORGATEC insieme con detecon, azienda di consulenza, e Orange Council, agenzia creativa, in stretta collaborazione con il gruppo di artisti FREETERs & Friends, farà sperimentare nel padiglione 10.1 in modo emozionale e provocatorio approcci nuovi e creativi per l’ufficio, inteso come spazio di lavoro e di vita. Con temi come Coworking, LivingRoom, MiniHome, Playgrounds, Hochsitz, BühneFrei, DenkRaum, invece di focalizzarsi esclusivamente sul livello funzionale e razionale degli spazi, il progetto metterà in evidenza il livello emozionale e intuitivo, solitamente poco considerato. L’integrazione di aspetti culturali nel mondo del lavoro è, ad esempio, importante per il legame emozionale dei dipendenti e porta a una maggiore identificazione con l’azienda.

La cultura, quella del lavoro, quella al lavoro, è una componente fondamentale del programma di Orgatec, come ben illustrato nella conferenza stampa internazionale. Non si tratta ‘solo’ di offrire una visione quasi completa del mercato mondiale in tema di arredamento, illuminazione, sistemi acustici e informatici in uffici e spazi commerciali, presentati da aziende provenienti da 37 paesi, o di configurazione dello spazio fra attività di gruppo e lavoro individuale, ma di evidenziare, con iniziative ed eventi speciali, tendenze e sviluppi legati a esigenze precise e ai concetti più attuali concetti della “cultura del lavoro”, come digitalizzazione, globalizzazione, attrattiva del posto di lavoro, coinvolgimento, cooperazione.

Oltre a otto padiglioni ormai già sold out (5.2, 6, 7, 8, 9, 10.1, 10.2 e 11.2), al Trendforum e a mostre sui materiali innovativi, Orgatec 2018 annuncia anche lo strategico svolgimento negli stessi giorni di architectureworld e del Deutscher Hoteltag – dedicati entrambi a promuovere il ruolo del progetto architettonico integrato fra interno ed esterno nei contesti contract e alberghieri – al fine di consentire un maggiore scambio fra settore immobiliare e architetti.