‘Urbania’ al centro della Milano Arch Week

Al via la seconda edizione della Milano Arch Week, la cinque-giorni dedicata all’architettura e al futuro delle città, diretta da Stefano Boeri

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Milano © Filippo Romano

Da mercoledì 23 a domenica 27: cinque giorni per parlare di evoluzione, cambiamenti e futuro delle città, in compagnia dei volti più rappresentativi del settore a livello internazionale. È la Milano Arch Week, evento alla sua seconda edizione diretto da Stefano Boeri, promosso dal Comune di Milano, dal Politecnico di Milano e dalla Triennale di Milano, in collaborazione con la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

La cinque-giorni si sviluppa in un susseguirsi e alternarsi di incontri, talk, conversazioni, visite guidate, presentazioni, mostre e molto altro, raggruppate dal punto di vista tematico in tre location: al Politecnico e alla Triennale si affronta il tema “Urbania, uno sguardo sul futuro delle città”, dal punto di vista progettuale e architettonico, quindi una riflessioni sull’evoluzione dell’architettura e sulla complessità urbana; alla Fondazione Feltrinelli, lo sguardo si sposta sulle implicazioni delle  trasformazioni urbane sulla cittadinanza, con il palinsesto di “About a city. Places, ideas and rights for 2030 citizens”: la crescente diversità e le questioni di con­vivenza, i diritti delle minoranze, l’accesso ai servizi; l’avanzamento del digitale, l’infrastruttura tecnologica e la dimensione immateriale del futuro urbano; le soluzioni legate alla sostenibilità e agli approcci resilienti e green-based per una progettazione urbana in alleanza con la natura.

Lecture @ Politecnico di Milano

Protagonisti internazionali del settore sono stati chiamati a prendere parte alla rassegna, tra cui quattro vincitori del premio Pritzker, con lecture sui diversi temi: Jac­ques Herzog (24 maggio ore 18.30, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli), che aprirà il programma di About a City, Kazujo Sejima (24 maggio ore 18.00, Politecnico di Milano), Whang Shu (26 maggio ore 18.00, Triennale di Milano) e Toyo Ito (27 maggio ore 21.00, Triennale di Milano).

Lecture @ Triennale di Milano

Ma i grandi nomi fanno capolino anche nelle Conversation, dialoghi tra due personalità di spicco del mondo dell’architettura e del design: Jacques Herzog & Stefano Boeri (24 maggio ore 20.00, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli), Francesco Librizzi & Cino Zucchi (26 maggio ore 17.00, Triennale di Milano), David Adjaye & Stefano Boeri (27 maggio ore 21.00, Triennale di Milano), Paola Antonelli & Joseph Grima (27 maggio ore 19.00, Triennale di Milano), Alessandro Mendini & Michele De Lucchi in occasione dei 90 anni di Domus (26 maggio ore 14.00, Triennale), per citarne alcuni.

Milano Arch Week è anche visite guidate – alle case museo di alcuni storici designer milanesi come Caccia Dominioni e Magistretti o alle architetture iconiche come MUDEC, fondazione Prada e MAUA; è presentazione di libri e mostre, tar cui la monografica su Carrilho da Graça al Politecnico o la retrospettiva dedicata a Luigi Ghirri. Il paesaggio dell’architettura in Triennale.

Il programma completo è consultabile al sito milanoarchweek.eu.