HOUSE 39, un nuovo modello residenziale

Da un'attenta osservazione della società, dei cambiamenti nel modo di vivere, di lavorare e di socializzare, nasce a New York una residenza dove qualsiasi esigenza può essere soddisfatta

Photo Credits: Courtey by Fisher Brithers Evan Joseph
A Murray Hill, Manhattan, nel vivace quartiere animato da giovani neolaureati, tra edifici prebellici ben tenuti e case a schiera del XIX secolo, la società immobiliare newyorkese Fisher Brothers presenta House 39, un rental residence. Collocata al 225 East 39th Street, si presenta come una torre in vetro di 36 piani (120 metri circa) dalla forma arrotondata, progettata da Handel Architects, con interior curati da Rockwell Group (annoverati tra i 100 studi più importanti al mondo). L’obiettivo a cui questo progetto mira è distinguersi dagli altri complessi residenziali presenti in zona e il migliore modo per farlo è quello di offrire spazi comuni che non si possono trovare da nessun’altra parte a Murray Hill. Non occorre allontanarsi da casa durante il proprio tempo libero, House 39 ha pensato a ogni tipo di servizio utile ai residenti facilitando anche la socializzazione tra vicini di casa.

Photo Credits: Courtey by Fisher Brithers Evan Joseph

Photo Credits: Courtey by Fisher Brithers Evan Joseph

Photo Credits: Courtey by Fisher Brithers Evan Joseph

Photo Credits: Courtey by Fisher Brithers Evan Joseph

All’ingresso si viene accolti nella Grand Lobby caratterizzata da una maestosa scala a doppia elica, e salendo si arriva al Club Level con biblioteca, sala conferenze e postazioni di lavoro per chi vuole lavorare da casa. Per gli amanti del cibo (dai veri chef ai dilettanti) ci sono spaziose cucine a disposizione; per chi vuole divertirsi, sale giochi con biliardi, ping pong, flipper, bocce, e shuffle board. I bambini possono giocare all’aperto, anche nella club house disponibile tutto l’anno. Inoltre, House 39 offre un servizio di concierge 24 ore su 24, una direzione, un parcheggio, una lavanderia, una sala per biciclette e un deposito privato. Nella progettazione è stato posto un occhio di riguardo all’aspetto wellness: al piano terra si trovano un centro fitness con sala yoga, spogliatoi e un hammam. In cima, sullo Sky Level, i residenti si possono rilassare nelle vasche idromassaggio, allenarsi in piscina o organizzare feste nella sala party, sfruttando le cabanas e le griglie per i barbecue. Ai piani superiori troviamo studi e abitazioni di diverse dimensioni (si parte da 1 camera da letto fino a 3, con 1 o 2 bagni) con estese vetrate che incorniciano l’Empire State Building e il Chrysler Building. I 297 appartamenti, luminosi e con tinte chiare vivacizzate da colori più accesi, hanno pavimenti in rovere bianco e sfumature di grigio. Le cucine, per veri chef, sono dotate di ogni comfort, una zona bar per la colazione, armadi in legno color grafite, elettrodomestici in acciaio inox, rubinetti Grohe, lavelli in acciaio inossidabile.

Photo Credits: Courtey by Fisher Brithers Evan Joseph

Photo Credits: Courtey by Fisher Brithers Evan Joseph

Photo Credits: Courtey by Fisher Brithers Evan Joseph

Photo Credits: Courtey by Fisher Brithers Evan Joseph

Developer: Fisher Brothers
Architectural design: Handel Architects
Interior Design: Rockwell Group
Furnishings: on Design by Rockwell Group
Batgromms: Ceasarstone, Grohe, Kohler
Architectural design: Handel Architects
Photo Credits: Courtesy by Fisher Brothers, Evan Joseph