Bizzotto, 45 anni di un brand internazionale e dinamico

Conversazione con Tiziano Bizzotto, Direttore Creativo dell’azienda di famiglia

L’azienda ha compiuto 45 anni, cosa rimane ancora oggi della Bizzotto del 1973?
Il marchio racconta la storia di tre generazioni dove il brand è diventato un simbolo di qualità e stile in grado di incontrare il gusto di una clientela sofisticata e internazionale. Alla Bizzotto, tradizione e ricerca si combinano con una base di competenze tecniche e artigianali e con l’attenzione alle tendenze: siamo in costante evoluzione e oggi proponiamo uno stile più fresco e contemporaneo, ma riconoscibile per i dettagli e la personalità.

Il “su misura” è uno dei valori della vostra azienda, come sviluppate le relazioni con i progettisti?
Ogni progetto è per noi un lavoro di squadra che mette alla prova il nostro saper fare. Efficienza, sviluppo e controllo della qualità sono le nostre competenze per offrire soluzioni progettuali personalizzate. Le nostre più significative collaborazioni sono figlie di un rapporto di fiducia instaurato nel tempo con architetti di tutto il mondo. I progetti residenziali e non solo, rappresentano il nostro biglietto da visita e ci hanno consentito di ampliare i rapporti con le proprietà.

Ikat Credenza Sideboard

Il mondo dell’arredamento parla sempre di qualità, in cosa si distingue la Bizzotto?
Il termine qualità da noi si identifica con la parola identità: prodotto, servizio, affidabilità e innovazione, il mix di queste 4 parole dà il senso del nostro fare Made in Italy. Decliniamo nelle nostre collezioni accuratezza e preziosità a partire dalle materie prime che selezioniamo accuratamente, alle finiture e alle personalizzazioni. Un esempio è il tavolo Sidney, prodotto icona di Bizzotto. Attraverso raffinati e complicati processi di lavorazione si arriva a un risultato finale che rappresenta una firma artistica, un segno di design puro che per la sua particolarità rimane un prodotto copiato ma al tempo stesso inimitabile perché contraddistinto dalla mano di Bizzotto.

Sidney

Il vostro sito è anche in lingua russa, nonostante le vicissitudini quell’area geografica rimane un mercato importante?
La Russia è stata per noi il primo paese verso cui abbiamo indirizzato i nostri sforzi commerciali. Sicuramente la favorevole situazione iniziale è stata importante per sviluppare la riconoscibilità del nostro brand al di fuori dei confini nazionali. La collaborazione e gli ottimi rapporti commerciali con architetti e designer russi di fama internazionale rappresenta ancora oggi per la Bizzotto un importante punto di riferimento ma non l’unico, essendo la nostra realtà aziendale in capillare espansione sia in oriente che in occidente.