Snaidero: la cultura internazionale del progetto

Ricerca su materiali e tecnologie, provocazione e innovazione connotano la storia e la produzione Sanidero e i modelli in mostra ad Eurocucina, firmati da quattro nomi del design internazionale. Traducendo i cambiamenti di stile dello spazio più amato della casa

Sarà ricca di proposte la Design Week milanese per Snaidero, top brand del settore cucina che presenzierà al ad Eurocucina con cinque nuovi sistemi creati da quattro esponenti del design internazionale. Obiettivo di Snaidero sarà, ancora una volta, affermare il proprio carattere di marchio leader di settore capace di sperimentare e di ribaltare i tradizionali schemi di progetto. La qualità tangibile del prodotto e la creatività Snaidero saranno pertanto espressi dai modelli disegnati da Pininfarina, Massimo Iosa Ghini, Andreucci&HoislMichele Marcon. Così, come si consolida la partnership con Pininfarina – grazie ad un nuovo sistema ad alto impatto estetico e tecnologico, sostenuto da una forte ricerca sui materiali, prosegue l’impegno con Snaidero anche da parte dell’architetto Massimo Ghini che rinnova Frame, sistema di punta della collezione nonché espressione della tendenza neo-chic. Gli architetti Alessandro Andreucci e Christian Hoisl firmano invece un programma concentrato sullo studio degli spazi operativi e dell’ergonomia, mentre Michele Marcon, con la nuova Hera, identifica una soluzione in stile classico-contemporaneo.

«I modelli in mostra ad Eurocucina costituiscono una proposta trasversale, che offre un’ampiezza di gamma unica – afferma Edi Snaidero, presidente di Snaidero – I cinque progetti affermano il nostro carattere distintivo che, da oltre 70 anni, ci conduce a sperimentare e creare prodotti iconici. Saremo presenti anche al FuoriSalone con l’evento Snaidero Party Time, in Corso Magenta 66, che ci permetterà di parlare al pubblico. Intrecciare un rapporto personale con i consumatori è infatti per noi una priorità».

Prodotto eccellente, utente finale e mercati sono gli obiettivi su cui punta quindi l’azienda, che ad oggi conta oltre 450 punti vendita in 86 Paesi. «Continuiamo ad ampliare la capillare rete vendita, che negli ultimi mesi si è incrementata con tre inaugurazioni in Italia e undici all’estero», continua Edi Snaidero. Altro campo d’azione è il contract, settore per cui Snaidero ha sviluppato, e sta ultimando, grandi progetti. Come quelli «a Singapore, con 700 cucine per gli appartamenti del residence Duo, e in Vietnam, con le cucine dei 130 appartamenti dell’Hotel a 6 stelle Reverie Saigon. Nel 2017 siamo stati scelti per importanti contract in Australia, India, Miami, UK, che saranno consegnati nei prossimi mesi».

Un successo all over the world, quindi, per il Brand. «Essere riconosciuti nel mondo come esponenti del design Made In Italy e vincere nel 2017 con Frame il Good Design Award ci rende orgogliosi. Ed anche pensare che sia 14° Good Design Award ottenuto. É il segno che ci fa capire come il nostro design sia una “finestra” sul futuro, la ricerca di una bellezza mai fine a sé stessa, ma riconoscibile e senza tempo».