Alle radici del design con MisuraEmme

Dalla costellazione di nuovi elementi e riedizioni per la zona giorno e notte emerge la tensione progettuale di MisuraEmme verso inedite sperimentazioni, tra nuove finiture e combinazioni materiche

Ricerca è il termine chiave per leggere e interpretare l’approccio progettuale di MisuraEmme adottato nel suo percorso di sviluppo e ampliamento delle collezioni. Uno sforzo costante di superamento dei propri limiti, di sperimentazione finalizzata all’innovazione e all’originalità emergono evidenti dalle nuove proposte, che si impongono all’attenzione – tanto nella zona giorno quanto nella zona notte – grazie a una rinnovata estetica che prende a modello i canoni di una raffinata eleganza multimaterica; valore superato unicamente dall’elevato grado di tecnicismo, nascosto alla vista, che è alla base del design dei prodotti.

Sistema Over

Rappresentativo di questo concept è, per l’area living, il sistema Over, firmato dallo studio Castiglia Associati. Un sistema la cui cifra progettuale risiede nello schienale che – alternando trafile a boiserie – permette l’inserimento di materiali differenti, svincolando poi le spalle dal peso dei ripiani; si generano pertanto composizioni modulari che possono essere affiancate in fase di progettazione, semplificando il concetto stesso di sistema.
Anche la zona notte lascia campo aperto alla sperimentazione, con due inedite finiture – non solo per MisuraEmme, bensì per l’intero settore armadiature – declinate sul sistema Palo Alto: a comporre gli schienali sono due vetri bronzati stratificati da 3mm di spessore ognuno, contenenti all’interno uno strato di tessuto; due le proposte tessili: un lino verde e un altrettanto inedito lino naturale misto rame argentato, che dona effetti cangianti e particolarmente riflettenti tramite la luce interna dell’armadio.

«Il nostro intento era realizzare qualcosa di unico e di mai visto prima – spiega Ottaviano Borgonovo, titolare dell’azienda – La sfida di Palo Alto è nata da un discorso progettuale, ovvero cercando un espediente per trasformare l’armadio in un elemento divisorio che ostacolasse la vista tra un ambiente e l’altro, ma permettesse alla luce di filtrare. Ne è derivato un prodotto esclusivo, frutto di una grande ricerca in termini di progettazione e sviluppo».
Le novità proseguono in fatto di materiali e finiture nella costellazione di prodotti – novità e riedizioni – che accompagnano questi grandi elementi nella cornice espositiva al Salone del Mobile: una nuova finitura eucalipto lucido e olmo lucido nei complementi, finiture in nichel e ottone nei tavolini, nuovi piani in marmo rosso Lepanto, nuove finiture metalliche titanio bronzato o palladio per i sistemi, fino alla nuova finitura per il piano del tavolo Ala (ampliato a 310 cm) in vetro Mandarin.
Living, dining e zona notte si intrecciano grazie a una matericità calda ed elegante, una combinazione di sensazioni tattili e visive opposte, ma in armonioso equilibrio.

Sistema Paloalto
Sistema Paloalto
Tavolo Gaudì
Tavolo Gaudì