Tecno festeggia Nomos, di Norman Foster

Trent'anni di successi per il sistema di tavoli Nomos, disegnato da Sir Norma Foster e festeggiato dall'Azienda con una mostra dedicata

© Max Zambelli

Due nomi eccellenti ed un prodotto unico e straordinario: Nomos, sistema di tavoli e scrivanie che ha cambiato per sempre il progetto dell’oggetto tavolo. Quest’anno, il progetto creato nel 1986 da Foster+Partners, sarà celebrato da Tecno con una mostra dedicata al prodotto e al progettista, al disegno e alla produzione industriale. In occasione della settimana del Salone del Mobile, all’interno del Tecno Showroom presso i Caselli Daziari di Porta Garibaldi, in Piazza XXV Aprile, Tecno mostrerà quindi i disegni originali realizzati dal Maestro Norman Foster, le tavole tecniche provenienti dagli archivi Tecno e le fotografie per poter offrire, al visitatore, un viaggio alla riscoperta di un oggetto al di sopra del tempo e delle mode. La mostra su Nomos metterà in luce gli elementi che hanno consetito il sodalizio tra Foster e Tecno, un incontro che, in due anni di lavoro, ha prodotto – da parte dell’Architetto, numerosi disegni e progetti e – da parte di Tecno, altrettanti modelli e di prototipi. Originariamente concepito da Foster e dai suoi collaboratori come generatore di un programma per il nuovo studio di Portland Street, a Londra, negli anni successivi Nomos si poi è dimostrato capare di assolvere anche altre funzioni divenendo un sistema d’arredo di grande valore, adottato in tutto il mondo per gli spazi collettivi, gli uffici e i luoghi di lavoro.