Un Sistema di creatività

Tra il circuito all’interno del Salone del Mobile e la cornice che abbraccia la città di Milano per la Design Week, è un insieme brulicante e fibrillante di manifestazioni, connessioni, relazioni, persone, progetti, prodotti. A formare un sistema che muove il mondo internazionale del design

Il binomio Salone del Mobile e città di Milano non solo va di pari passo, ma quest’anno si rinsalda e si ufficializza tramite il primo Manifesto realizzato dal Salone del Mobile.Milano. Il legame con la città che da 57 anni (quest’anno) lo ospita e ne dà i natali trova espressione in un atto programmatico che ne enfatizza i valori e gli obiettivi.

«Il primo Manifesto è un impegno a fare sempre meglio e un invito a Milano, la città al centro di tutto, da dove è partito tutto, a fare rete, a crescere insieme – afferma Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile – per moltiplicare la forza centripeta e attrattiva del Salone e consolidare la città in quel place to be irrinunciabile per i grandi brand, i loro progetti, le loro risorse umane ed economiche». Dalla kermesse al polo fieristico di Rho – quest’anno in scena con le biennali Eurocucina, FTK e Salone Internazionale del Bagno – la manifestazione trova punti di contatto con la città attraverso la mostra-installazione realizzata davanti a Palazzo Reale in collaborazione con lo studio Carlo Ratti Associati e la terza edizione del Salone del Mobile.Milano Award, omaggiato con un evento celebrativo (venerdì 20 aprile) a Palazzo Marino.

L’esperienza globale del Salone si estende così anche ai distretti coinvolti nel ricchissimo palinsesto del FuoriSalone. Si inizia con il grande capostipite, Brera, che prevede oltre 125 eventi e 300 espositori, oltre al progetto Brera Design Apartment in via Palermo 1; quinta partecipazione per il distretto delle 5VIE sviluppato sui canoni di storia, cultura e innovazione: da segnalare VEGAN DESIGN – Or the Art of Reduction, un progetto curato da Maria Cristina Didero, e Unsighted, progetto firmato dal curatore e gallerista canadese Nicolas Bellavance-Lecompte in via Cesare Correnti 14; si passa poi al Lambrate Design District, con la partecipazione attiva dell’architetto Simone Micheli con due mostre: Hotel Regeneration presso l’Officina Ventura 14 e The precious apartment in Puntaldìa presso Simone Micheli studio-gallery. Molti gli eventi tra via Savona e Tortona per il Tortona Design District, che presenta l’Asia Design Pavillion in via Watt 15 e la terza edizione di “Tortona Rocks” in Porta Genova; e ancora, Porta Venezia in Design, Isola Design District con workshop e installazioni sul tema “Rethinking Materials”, fino all’esclusiva via Durini, centro nevralgico per eccellenza del design meneghino con aperture straordinarie e presentazioni di novità.