Prospettive d’interior

Cresce la manifestazione di riferimento per il settore arredo nel mercato Ucraino. Interior Mebel torna con una nuova edizione rinnovata nella proposta espositiva e nei contenuti

La veduta aerea della città permette di scorgere dall'alto la cattedrale di Santa Sofia, primo sito ucraino ad essere inserito tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO, con l'alto campanile che domina la piazza

Nuovi prodotti, nuovi protagonisti, nuove esperienze. L’edizione 2018 di Interior Mebel si prospetta ricca di novità e stimolanti occasioni di approfondimento, portando in scena un ricco parterre di nomi dell’interior design locale e internazionale. La vivacità della manifestazione segue parallela quella del mercato confermandone così i primi segnali di ripresa: con un numero di espositori in crescita e una maggiore superficie espositiva (46% in più rispetto allo scorso anno) Interior Mebel si pone quale forza propulsiva del settore in Ucraina. Tra gli aspetti più innovativi di questa settima edizione – in scena dal 7 al 10 Febbraio presso l’International Exhibition Center – si annovera la nuova sezione dedicata all’arredo bagno e alle ceramiche, marmo e rivestimenti, che affianca il parterre merceologico dedicato all’arredamento, all’illuminazione e al décor. Ecco allora presenziare all’appuntamento fieristico FMG Fabbrica Marmi e GranitiMarazziBliss CeramicaCotto D’este per le ‘ceramiche’; nel settore ‘sanitari’ Inda e Jacuzzi, mentre Cristina RubinetterieFantiniNew Form quali testimoni d’eccezione per il settore ‘rubinetterie’. I grandi player dell’interior sono rappresentati dai clienti in loco, showroom del calibro di Grande GroupDomioDominioRim; una rosa di protagonisti che racconta, all’unisono, i trend del design attraverso le ultime collezioni e progetti completi per il panorama abitativo.

Prodotti in primis quindi, ma non solo. Interior Mebel non è solo vetrina, ma anche palcoscenico dove condividere idee per il mondo della progettazione di interni, occasione quindi di aggiornamento e formazione. È questo il campo privilegiato delle Master Classes e Conferenze, per pubblico e operatori, tenute da designer e architetti del calibro di Emmanuel Gallina, testimonial della ‘French Art de Vivre – French touch & know how Italiano per un lifestyle internazionale’Marco Piva, che racconterà la sua esperienza nel ‘Disegnare la Complessità’ e Claudio Silvestrin, relatore della conferenza ‘Ponte tra Umanità e Natura’. E ancora, Roberto Lizzi, direttore commerciale di SnaideroMarco Vismara, architetto dello studio D73Andrea Tosi dello IED, proseguendo con Ivan YanukovOleg VolosovskyAndrey DmitriyevOlga BodganovaAnastasia Kovaleva e molti altri.

Queste le premesse all’evento, che vanta così tutti i presupposti per superare i risultati dello scorso anno, quando la fiera ha registrato 130 aziende partecipanti, un’affluenza – già in crescita rispetto all’edizione precedente – di oltre 13mila visitatori, tra cui 23% di distributori e showrooom e il 27,5% di designer e architetti.