100% lifestyle parigino

Concentra in sé il fascino cittadino delle beaux choses e del savoire vivre, concilia anima antica e modernità. È lo stile di Le Roch Hotel & Spa, in pieno paesaggio urbano a Parigi, grazie all’intervento di Sarah Lavoine, interior designer sinonimo di eleganza in patria, e dell’architetto pluripremiato Vincent Bastie

Pensate a un rifugio parigino charmant e appartato? Immaginate un’accoglienza attenta e di alto livello in un’atmosfera bucolica e ovattata? State visualizzando il nuovo Le Roch Hotel & Spa, première dame della catena Design Hotels™, situato a pochi passi da Place Vendôme, l’Opéra Granier e il Louvre, pronto ad offrire l’arte de vive à la française nell’arrondissement – il 1° – più prestigioso di Parigi, e a prendersi cura dei propri ospiti a partire da una corte-giardino verde e soleggiata, passando per una biblioteca, un ristorante a 2 stelle Michelin, sino ad una spa esclusiva. Il clou arriva con le 37 stanze, di cui 5 suite dotate di hammam privato provvisto di cosmetici della maison farmaceutica Codage, la quale ha espressamente messo a punto non solo una serie di prodotti taylor made per i clienti, ma anche trattamenti specifici studiati appositamente e disponibili solo qui. Inutile dire che il rituale è basilare a Le Roch Hotel & Spa. Anche nell’estetica dello stesso edificio e dei suoi interior. Non a caso è Sarah Lavoine – acclamata icona di stile parigina – l’autrice del progetto di design di questo boutique hotel a 5 stelle, con l’intervento dell’architetto vincitore di awards Vincent Bastie. Volendo trasferire su ogni dettaglio un’allure di comfort, calore e spirito da ville lumière, Lavoine ha tradotto la personale visione di ospitalità pensando ad un appartamento privato, mettendo insieme tutti quei materiali, colori, motivi e piccoli particolari che si desidera ritrovare una volta rientrati a casa. Persino negli spazi comuni e di accoglienza, dove la designer gioca con gli effetti della luce naturale sui colori profondi diventati ormai suo segno distintivo: il nero che contrasta con le nuance pastello, il ‘blu Sarah’ e un luminoso rosso mattone punteggiato. Ogni camera, dalle superfici spaziose, offre un mix di eleganza senzatempo e contemporaneità, con pezzi disegnati direttamente dalla creatice – tra cui gli specchi, i tappeti realizzati da Chevalier Éditions e la testiera del letto –, arredi firmati Cassina, sofisticate pitture Ressource, composizioni ceramiche di Maison Jars alle pareti. Nei bagni, le maioliche riprendono il decoro zellige marocchino e si affiancano al marmo di Carrara e a vasche e lavabi Kaldewei. Sono veri e propri satelliti, invece, i pezzi d’arredo disegnati dal duo Gamfratesi. Immancabili i plus tecnologici, con tablet interattivi per tenere informati gli ospiti sui servizi offerti e contemporaneamente essere utilizzati per comunicare le necessità del momento, casse acustiche Marshall bluetooth dall’appeal vintage e tv a schermo piatto. Infine, vietato ripartire senza aver testato gli effetti rigeneranti della piscina, all’interno della spa, ricoperta da mosaici neri e pietra lavica, o dell’attrezzatura Technogym a disposizione, anche con l’aiuto di uno sport coach.

Client/Owner: Compagnie Hùteliëre de Bagatelle
Hotel operator: Le Roch Hotel & Spa
Architectural design: Vincent Bastie
Interior design: Sarah Lavoine
Furnishings: Cassina, Gamfratesi, Kaldewei, Maison Jars, Maison Sarah Lavoine, Marshall, Ressource, Technogym

Photo credits: Francis Amiand